Aemilia, i pentiti rompono il muro

Adesso potrebbero essere diventati due i "grimaldelli" per aprire con ancora più efficacia la "scatola" contenente affari e contatti insospettabili della cosca ndranghetistica emiliana con epicentro la nostra città. Dopo Giuseppe Giglio, spunta infatti un nuovo pentito nel maxi-processo, in corso a Reggio. Si tratta dell'imprenditore edile 49enne Antonio Valerio, noto nell'ambito della maxi operazione antimafia Aemilia come uno dei due intercettati mentre ridevano durante le scosse del Sisma 2012, anche se quest'uomo attraversa dagli anni Novanta le vicende legate alla criminalità reggiana.nSORESINA A PAGINA 26