Mercoledì si apre a Reggio il processo “Aemilia”

Mancano poche ore all'apertura del dibattimento a Reggio - nell'aula prefabbricata che è ancora una cantiere - del processo Aemilia. I lavori proseguono senza sosta per consegnare l'aula mercoledì. Si tratta del processo più imponente mai celebrato a Reggio: 147 imputati, un'ottantina di parti civili e un numero di udienze che il presidente del tribunale Francesco Caruso (foto) ha calcolato in circa 200. Imponente il numero dei testi sia dell'accusa sia della difesa. Nei giorni scorsi il tribunale ha comunicato le modalità d'accesso all'aula e la disposizione che le parti avranno all'interno dell'aula. Nell'aula oltre alle parti del processo avranno accesso sia il pubblico sia gli operatori dell'informazione. Complessivamente sono una settantina i posti destinati a pubblico e giornalisti. Al primo piano del palazzo di Giustizia, in una delle aule saranno inoltre allestiti alcuni schermi che permetteranno ad altri cittadini di assistere alle fasi del processo in videoconferenza.