Progetto silos in piazza Vittoria, è giallo

Nell'elenco dei parcheggi interrati o silos, compaiono tre nomi, che indicano le zone dove l'amministrazione comunale intende lavorare. Seguendo alla lettera il testo, appena dopo «ex caserma Zucchi, piazza San Girolamo, piazza Vallisneri» troviamo dei puntini di sospensione. Un elemento di poco conto in apparenza, ma non se pensiamo che fra quei puntini si nasconde il nome di un'altra zona, decisamente importante, sulla quale la giunta intende operare: piazza della Vittoria. Come emerso nei giorni scorsi, in piazza della Vittoria, proprio di fronte al teatro Valli sono all'opera da qualche tempo tecnici ed operai che stanno procedendo alle operazioni di trivellazione del suolo e all'opera di carotaggio della zona.
In altre parole, lavorano all'estrazione di campioni di terreno per procedere in seguito ad un'analisi geologica. Fin qui, nulla di strano, visto che è possibile attuare fasi di studio del terreno, per verificare se una zona sia o meno idonea alla realizzazione di un parcheggio sotterraneo.
Il problema è sorto nel momento in cui l'assessore Mimmo Spadoni ha fatto capire, in alcuni commenti rilasciati al nostro giornale, che nella piazza sarà realizzato con tutta probabilità un parcheggio che non è previsto nel piano triennale degli investimenti del Comune. «Se non ci saranno utili sufficienti derivati dalla gestione del futuro parcheggio - ha aggiunto poi l'assessore - il Comune sarà disponibile anche a pagare un canone annuo». Divero è il punto di vista del collega di giunta di Spadoni, l'assessore all'urbanistica Ugo Ferrari: «Nessuno sta parlando di costruire un parcheggio. I lavori in corso riguardano una eventuale quota aggiuntiva di box auto per residenti. Per noi il parcheggio del futuro rimane quello sotto la ex caserma Zucchi». A seguito delle dichiarazioni dell'assessore Spadoni, i Ds hanno presentato una interpellanza in consiglio comunale, chiedendo ragione dei lavori e postulando spiegazioni in merito ad un progetto di cui nessuno aveva mai sentito parlare.
Da anni si ventila l'ipotesi di una simile operazione nei dintorni del teatro Valli, ma il fatto che la Giunta intedesse procedere alla realizzazione non era noto, non solo alla città, ma neppure al consiglio comunale.
Cosi, una parte del centro sinistra si è mobilitata chiedendo lumi. «In nessun atto ufficiale dell'amministrazione comunale - dicono i consiglieri Ds Franco Corradini, Gianni Prati, Roberto Salsi ed Ernesto D'Andrea nell'interpellanza - è previsto un parcheggio sotterraneo in piazza della Vittoria e in più di una occasione si è affermato che quest'ultima soluzione non è utile a una valorizzazione del centro storico, della zona universitaria e dei Teatri».
Ai Ds si è aggiunta ieri Paola Donelli dei Verdi, che si è mostrata estremamente critica rispetto alla decisione di costruire un parcheggio. «Non si capisce bene perché stiano procedendo ai lavori - ci ha detto - Non ha senso costruire un parcheggio li, siamo assolutamente contrari. In ogni caso, se costruiamo dei parcheggi in centro storico, significa che la gente potrà arrivarci in auto, non solo i residenti, ma anche chi viene da fuori».
Rispetto ad una possibile pedonalizzazione del centro, un bel cambiamento. Certo, potrebbe anche trattarsi di uno spostamento: invece di realizzare un parcheggio sotterraneo nell'area della caserma Zucchi, si potrebbe realizzarlo in piazza della Vittoria. «Qualora ci fosse uno spostamento però - dice Donelli - ne dobbiamo prima parlare in consiglio. E comunque non mi sembra che qullo sia il luogo adatto».
Sulla questione è intervenuto anche il Ds Franco Corradini, sollecitando una discussione della faccenda. «Spero che la questione si chiarisca al più presto - ha detto - e sollecito un dialogo immediato». Francesco Borgonovo