Napoli, l'Opera su Repubblica Tv: "Cavalleria rusticana" dal teatro San Carlo

video Repubblica ha trasmesso in diretta dal San Carlo "Cavalleria rusticana" per vivere in tempo reale tutte le emozioni del capolavoro di Pietro Mascagni. L'intero spettacolo da un punto di vista privilegiato e inedito realizzato in sinergia con il San Carlo. Qui il video integrale. "Un nuovo progetto, portiamo il teatro in tutto il mondo" spiega la soprintendente del Massimo, Rosanna Purchia. Gli utenti assisteranno all'ultima replica dell'allestimento per l'Opera festival 2019. La lettura del premio Abbiati Juraj Valcuha, ascoltata in questi giorni, coglie nel segno. La produzione è quella vista nel 2012, poetica e concettuale come nello stile di Pippo Delbono, artista di punta del teatro italiano. Nei ruoli principali cantano Veronica Simeoni (Santuzza) e Roberto Aronica (Turiddu). A lui l'apertura dello spettacolo con la serenata "Siciliana", amoroso canto in dialetto che si sparge da dietro le quinte. Ai melomani non sfuggirà la presenza, rara a Napoli, del celebre baritono georgiano George Gagnidze (Alfio). Completano il cast Elena Zilio (mamma Lucia) e Leyla Martinucci (Lola). La visione di Delbono gioca con più tinte, ma il rosso domina: colore della passione e della gelosia sanguigna, alla base della novella di Giovanni Verga, da cui è tratto il libretto di Giovanni Targioni- Tozzetti e Guido Menasci.

Napoli, la soprintendende del San Carlo sul palco: "Chiediamo scusa"

video "Sono qui prima di tutto per chiedervi scusa. Purtroppo, gli sforzi fatti fino a pochi minuti fa da stamattina da me e dalle organizzazioni sindacali, sono stati vani". Così la soprintendente del San Carlo Rosanna Purchia, rivolta al pubblico, nel porgere le scuse per la mancata messinscena del "Lago dei cigni". Accanto a lei, il direttore del corpo di ballo, Giuseppe Picone. La prima dello spettacolo era prevista sabato sera alle 19, ma uno sciopero del corpo di ballo ha proibito l'inizio della rappresentazione. Ballerine e ballerini hanno denunciano le condizione precarie del loro contratto di lavoro. "Spieghiamo le ragioni di questo sciopero – dice Purchia – La problematica che ha spinto a questo sciopero non attiene solo al San Carlo, ma è una problematica nazionale". Qualcuno dal pubblico invita la sprintendente a dimettersi: "Guardi, l'ho già fatto due mesi fa – è la risposta - non posso dimettermi un’altra volta". Video di Riccardo Siano