White list antimafia: Giovanardi ha 15 giorni per le memorie scritte

"White list antimafia a Modena e ditta Bianchini: l'ex senatore Carlo Giovanardi ha 15 giorni di tempo per presentare memorie scritte o per chiedere di essere audito, quindi "il seguito dell'esame è rinviato".È l'esito in Senato della seduta della giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari che è tornata a riunirsi sul caso del ruolo dell'ex ministro modenese nella vicenda delle cosiddette "talpe in prefettura" attorno alla ricostruzione post-sisma 2012. In ballo ci sono sia il discusso reintegro dell'altra ditta coinvolta, la Fratelli Baraldi, nel periodo di passaggio di consegne tra due prefetti, sia la società di investigazioni Safi, a cui le due aziende edili, come emerso, avrebbero versato soldi per tornare in white list. Il processo a Bologna è stato aggiornato al 29 ottobre, con la palla ai pm che contestano a carico di 11 imputati la rivelazione di segreti d'ufficio e la violenza o minaccia a un corpo politico, e la posizione di Giovanardi era stata processualmente sospesa in attesa proprio dell'autorizzazione a procedere da parte del senato.Secondo l'accusa, è stato evidenziato in aula, "il senatore Giovanardi, in concorso con funzionari della prefettura di Modena e di altre pubbliche amministrazioni (Mario Ventura, capo di gabinetto della prefettura di Modena, Giuseppe Marco de Stavola, funzionario dell'agenzia delle dogane, Daniele Lambertucci, dipendente della stessa prefettura), nonché di diversi soggetti privati (Augusto Bianchini, la moglie Bruna Braga ed il figlio Alessandro Bianchini, nonché l'avvocato Giancarla Moscattini), con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso ed abusando delle proprie qualità e funzioni, avrebbe usato minacce sia dirette che indirette».Minacce, si continua in senato come si legge nel verbale della commissione, "sia nei confronti di singoli funzionari ed impiegati, sia ambientali all'interno della prefettura di Modena, anche sotto forma di pressioni, nei confronti del prefetto di Modena e dei componenti del gruppo interforze, per impedirne o per turbarne comunque l'attività, in tutto o in parte anche temporaneamente". --