Contini: «Non siamo primi per caso: si gioca alla pari»

La sconfitta inattesa della Pergolettese sul campo della Calvina ha riaperto il campionato a 180 minuti dal termine e soprattutto alla vigilia dello scontro diretto con il Modena, ma il tecnico dei cremaschi Matteo Contini mantiene intatta la fiducia di potercela fare: «Avremmo potuto arrivare allo scontro diretto con un margine più - le sue parole dopo il ko di Carpenedolo sui canali ufficiali del club - ma siamo sempre sopra di tre punti. Quello che è successo è successo, inutile pensarci troppo. Quella con il Modena sarà una partita importante, tra due squadre che stanno lottando da tempo ai vertici della classifica. Sappiamo che andremo ad affrontare una squadra costruita per cercare di vincere il campionato, con un budget enorme a disposizione per la categoria, ma noi siamo primi meritatamente da tanto tempo: questo vuole dire che le qualità le abbiamo anche noi. Anche il Modena dovrà temerci: sarà una gara tutta da giocare, ma ci penseremo da lunedì». Sulla sconfitta con la Calvina: «La qualità è mancata anche per le condizioni del campo, che ci faceva rallentare le giocate: si doveva sempre controllare due volte il pallone perché non si sapeva dove rimbalzava. Poi loro erano tutti chiusi e buttavano palloni in avanti per cercare di ripartire. La Calvina ha fatto la sua partita e bisogna farle i complimenti. Ai miei non posso dire niente perché l'approccio è stato buono e la voglia in campo non è mancata. Ho sempre detto che il campionato non era chiuso, già prima della gara con la Calvina sapevamo tutti che ci sarebbe stato da soffrire fino alla fine». --M.C.