Gerrini carabinieri cerca un'alternativa al carcere

FINALELa Procura Generale di Bologna ha inviato ai carabinieri del comando provinciale il provvedimento di carcerazione da notificare a Giulio Gerrini, l'ex responsabile dei Lavori Pubblici del Comune condannato in via definitiva a 2 anni e 4 mesi per abuso d'ufficio (senza l'aggravante mafiosa) nell'ambito dell'inchiesta Aemilia. A Gerrini, che vive a Casumaro, il provvedimento è stato notificato ieri mattina in caserma a Finale. Ora avrà 30 giorni di tempo - non potendo usufruire della condizionale ma non avendo una pena superiore ai tre anni - per presentare una istanza per una misura alternativa al carcere.Il problema per lui è che è in udienza preliminare anche per l'altra inchiesta, quella sugli abusi nella gestione degli impianti e nella concessione alle associazioni. È probabile che per evitare di superare i tre anni Gerrini scelga un rito alternativo a quello ordinario - come ha già fatto in Aemilia, quando ha scelto l'abbreviato - o chieda la "continuazione" con la prima condanna, con evidente sconto di pena. --