Pelaggi non perde il vizio Megale (Pd) rischia il processo

Paolo Pelaggi era salito alle cronache per la bomba piazzata all'Agenzia delle Entrate a Sassuolo. È proprio da lì, dall'inchiesta Point Break, che i carabinieri di Modena hanno iniziato, con costanza maniacale, a scoperchiare i legami che la 'ndrangheta aveva tessuto in Emilia. E Pelaggi, come conferma la sentenza, non ha mai smesso di cimentarsi con le frodi, restando punto di riferimento economico per i boss.Ma a Sassuolo sono giorni tesi anche per la fine delle indagini che riguardano il filone politico degli "Intoccabili" con l'ex capogruppo del Pd, Giuseppe Megale, che rischia di finire a processo perché indagato a causa di presunti favoritisimi in campagna elettorale. Con lui guai anche per dipendenti di Sgp.