Confesercenti: «I commercianti vivono nel terrore»

VIGNOLA Dopo i recenti episodi di furti ai danni di commercianti di Vignola, la sezione "Terre di Castelli" di Confesercenti è intervenuta sulla vicenda: «I commercianti si sentono insicuri di fronte all'agire di criminali senza scrupoli. Anche perché ormai durante rapine, assalti o spaccate come avvenuto recentemente, oltre al danno del furto si aggiunge la beffa del lavoro compromesso per giorni. Doppia se pensiamo al periodo in questione. Servono prevenzione e certezza della pena; serve soprattutto mettere fine alle scorribande di questi banditi. Riconosciamo l'indefesso ed infaticabile lavoro portato avanti dai tutori dell'ordine in condizioni tutt'altro che facili data l'assenza di organici adeguati. Un vero sforzo oggi, per fronteggiare situazioni che rischiano di aggravarsi in maniera sempre maggiore». (m.ped.)