Ottanta esercenti già pronti per nuova area commerciale

MIRANDOLA Sono un'ottantina i commercianti della zona rossa di Mirandola e una ventina i professionisti che hanno dato la loro disponibilità a ricollocare temporaneamente le loro attività in una sorta di area commerciale in cui riaprire (dentro moduli o container) i negozi della zona dichiarata inagibile per precauzione dopo il terremoto. A spiegarlo è il direttore di Confesercenti Modena, Tamara Bertoni. Nella cittadina già alcune farmacie e banche stanno utilizzando dei container per tenere aperte le attività e molti cittadini hanno fatto richiesta di moduli, soprattutto per ospitare uffici o attività imprenditoriali. «Aspettiamo la fine delle verifiche sulle agibilità per vedere quanti possono ritornare nelle zone rosse - spiega Bertoni - poi faremo un censimento dei locali disponibili nei centri storici per spostamenti di attività. I centri commerciali fuori dai centri sono la soluzione finale se le prime due non sono praticabili. Vogliamo tenere vivi i centri, il rischio è depauperarli come zone commerciali». (s.p)