A Nonantola il Pd premia Richetti e resta al 53%

La partecipazione al voto a Nonantolasi mantiene 'bulgara": quasi uno su 4 (71%) ha partecipato al voto, anche se il calo dell'affluenza ha sfiorato il 10%.
Il Pd risale la china e con tre punti in più rispetto alle europee si porta al 53%.
«Segno - sottolinea tra l'altro il sindaco Borsari - che ci conforta nel lavoro svolto in questo ultimo anno dalla amministrazione, proseguiremo nella strada indicata dai cittadini».
Altro dato significativo per Nonantola è la tenuta dell'Idv, che sfiora il 7% (mentre altrove il partito di Di Pietro perde colpi), quasi raggiunto dai grillini. La Lega in una terra storicamente rossa arriva al 10%, mentre il Pdl si attesta sul 15%.
Tra le preferenze, nel Pd il più votato è Richetti, a quota 384, mentre Costi che pure non sfigura non ottiene il plebiscito che ha avuto nella Bassa (78 preferenze), superata da Vecchi (85) e Bertoli (95). Tra i più votati a sinistra nelle altre liste c'è Mezzetti (29 preferenze).
Nell'Udc Torrini vince la sfida interna con Soragni (31 a 12), mentre nella Lega Nord Manfredini spopola (122), distanziando l'altro candidato più quotato Fiorini (14 preferenze).
Nel Pdl Leoni va più forte (165), superando Aimi (103) e surclassando Lenzini (22)
A Castelnuovoil sindaco Lalla Reggiani esprime preoccupazione: «Per un voto - spiega - che ha registrato un forte astensionismo, segnale di un disagio dei cittadini che chiedono un cambiamento della politica, più concreta e più vicina ai giovani. Anche il voto ai grillini (6.29%) è la testimonianza di una richiesta consapevole di cambiamento».
Con la Lega al 15% sempre più vicina al Pdl (20%), il sindaco, pur forte di una coalizione al 55%, si interroga «sull'opportunità di non eccedere in un buonismo» che non venga percepito come danno ai cittadini.
Negli altri Comuni della Valle Panaro, spicca Savignano, dove dopo l'affermazione di un anno fa della lista civica di centrodestra del sindaco Caroli, il Pd da solo supera il 46%, mentre la Lega Nord raggiunge il Pdl, poco sopra al 17%. Notevole il risultato dei Grillini che sfiorano il 6% superando l'Idv.
A San Cesarioil Pd resta uno dei pochi casi in provincia con un elettore su due, superando il 52%. A Castelvetrogrillini vicini al 7%.