Domani l'addio alla piccola Erica

FORMIGINE. Si celebra domani il funerale della piccola Erica Bove, la bambina di 7 anni uccisa venerdi scorso a coltellate dal padre Antonio Bove, operaio della Ferrari. Si tengono invece nella giornata di oggi le esequie del padre, nella chiesa di Orsara di Puglia, il paese della provincia foggiana di cui era originario. Funerali separati per decisione delle famiglie paterna e materna.
Ieri sono state fissate in maniera definitiva le date dei funerali di Erica Bove e del padre, dopo che le salme erano state messe a disposizione dei familiari una volta terminata l'autopsia effettuata lunedi all'istituto di medicina legale di Modena, diretto dal professor Giovanni Beduschi.
Le esequie della bambina verranno celebrate nella mattinata di domani nella chiesa di San Pietro Apostolo a Foggia, città di cui la mamma e la famiglia materna sono originarie.
Ed è sempre nel cimitero di Foggia che verrà tumulata la piccola.
Oggi invece vengono celebrate le esequie del padre, Antonio Bove, il 37enne che ha infierito sulla bambina con sette coltellate prima di togliersi la vita usando lo stesso coltello.
Il funerale dell'operaio della Ferrari sarà celebrato alla chiesa di San Nicola di Bari a Orsara di Puglia, un paesino sempre nella provincia foggiana.
Intanto il magistrato cui è stato affidato il caso, la dottoressa Claudia Ferretti della Procura della Repubblica di Modena, riceverà tra qualche settimana gli esiti dell'autopsia che forniranno ulteriori dettagli sulla tragedia che si è consumata venerdi scorso nell'abitazione del piccolo condominio di via Quattro Passi a Formigine.
La morte di Erica e del padre è stata collocata nella mattinata di venerdi, tra le 8 e le 10, ma i corpi sono stati scoperti soltanto nel pomeriggio verso le 17.30, dalla madre, Antonella Ferrone, e da un amico di famiglia che la accompagnava.
La madre era poi stata colta da malore ed era stata ricoverata in stato di choc all'ospedale di Sassuolo dal quale è stata dimessa sabato mattina. Domani ritornerà a Foggia insieme al corpicino della figlia tanto amata. (cl.be.)