Senza Titolo

Il casoGiuseppe Agliastro / MoscaBoris Johnson punta il dito contro Vladimir Putin. L'ex premier britannico sostiene che in una delicata telefonata che si sarebbe svolta all'incirca un anno fa, poco prima che il Cremlino desse inizio alla terribile guerra in Ucraina, il presidente russo abbia «m...

Senza Titolo

RomaIl sesto decreto armi arriverà la prossima settimana. Lo ha annunciato il ministro della Difesa Guido Crosetto ed è il regalo che Giorgia Meloni vorrebbe portare in dote a Volodymyr Zelensky, nel suo viaggio a Kiev. Il condizionale, in questo caso, diventa d'obbligo perché non è ancora chiar...

Senza Titolo

Ieri la guerra contro Hitler, oggi l'"operazione militare speciale" contro «i neonazisti ucraini». Vladimir Putin ha scelto il Giorno della Memoria per rompere il silenzio ed esaltare, ancora una volta, la sua guerra, celebrando i soldati russi che «oggi come allora stanno coraggiosamente combat...

Senza Titolo

il reportageOleg Smirnov / San PietroburgoLi definiscono "monarchisti" e "nazionalisti ortodossi". Secondo i governi degli Stati Uniti e del Canada, si tratta di terroristi di estrema destra. Il Movimento Imperiale Russo è un'organizzazione paramilitare che, secondo alcune fonti nell'intelligenc...

Senza Titolo

l'analisiAlessandro Barbera / ROMAIl decreto c'è, la soluzione al pasticcio sulla benzina chissà. Giorgia Meloni per ora ci prova con un testo di cinque articoli: obbligo per i gestori di esporre il prezzo medio dei carburanti, sanzioni, la riesumazione della cosiddetta «accisa mobile», in vigor...

Senza Titolo

Il casoGiuseppe Agliastro / MoscaL'esercito russo e i mercenari del famigerato Gruppo Wagner controllano «con tutta probabilità» la maggior parte della cittadina di Soledar, martoriata da mesi di combattimenti sanguinosi: a dichiararlo è il ministero della Difesa britannico, secondo cui negli ul...

Senza Titolo

il retroscenaAnna ZafesovaTra i tanti misteri del Cremlino dell'epoca del declino del regime putiniano, resterà quello del messaggio che ha voluto trasmettere con il video del Natale ortodosso. Il filmato di pochi secondi mostra Vladimir Putin nella cattedrale dell'Annunciazione, davanti all'alt...

Senza Titolo

Il raccontoGiovanni PigniUna "copertura" mirata a rallentare l'avanzata delle forze di Kyiv nell'Est dell'Ucraina. Così il presidente Volodymyr Zelensky ha definito l'annuncio del cessate il fuoco ordinato l'altro ieri dal Cremlino in occasione del Natale ortodosso. Nonostante la proposta di tre...

Tregua

Per la prima volta dallo scorso 24 febbraio le truppe russe faranno tacere i cannoni in Ucraina, anche se per poco. Un regime di cessate il fuoco unilaterale è stato annunciato ieri dal presidente russo Vladimir Putin in occasione del Natale ortodosso, che si celebra il 7 gennaio. L'ordine di tr...

Senza Titolo

Vladimir Putin manda in missione la fregata "Ammiraglio Gorshkov", un «evento eccezionale» perché porterà intorno al mondo i missili ipersonici Zirkon. Il presidente russo - come ormai suo solito, in videoconferenza - ordina al suo ministro della Difesa Sergey Shoigu di "collaudare" i missili, e...

Le flessioni in diretta del leader ceceno Kadyrov

video Ramzan Kadyrov, il padre padrone della Cecenia, ci ha abituato alle stranezze: durante una trasmissione televisiva ha voluto dare sfoggio delle sue capacità ginniche e si è esibito in 35 flessioni, tra gli applausi dei suoi sostenitori. Lo stile muscolare dei leader russi non è una novità: anche Vladimir Putin negli anni passati si è spesso mostrato a torso nudo, nuotando, cavalcando o durante competizioni di judo in cui ovviamente metteva al tappeto tutti gli avversari. Kadyrov ci tiene a dimostrare di essere all'altezza delle tradizioni guerriere del suo popolo: ha anche mandato al fronte in Ucraina i suoi tre figli adolescenti. Al ritorno a casa i ragazzi lo hanno omaggiato con alcuni prigionieri, asseritamente catturati in battaglia nel Donbass.Di Gianluca Di FeoVideo Twitter - @Gerashchenko_en

Nel nuovo video delle Pussy Riot un anno di guerra in Ucraina: "Putin criminale". Il finale irriverente

video La band punk russa Pussy Riot ha diffuso una nuova canzone contro la guerra in Ucraina, definendo il leader del Cremlino Vladimir Putin come "un mostro cannibale", "un criminale di guerra" e chiedendo che venga processato per gli orrori commessi. Si chiama "Mamma non guardare la tv":il riferimento è alle parole di un coscritto russo che, catturato dagli ucraini, esortava la madre a non credere alla propaganda della televisione di Mosca. "Mamma, non ci sono nazisti qui. Non guardare a tv", diceva il ragazzo. Il video si apre con il rumore delle sirene che suonano prima dei bombardamenti, Maria Alyokhina, Olga Borisova, Diana Burkot e Taso Pletner scendono in quello che sembra un bunker sotterraneo dove iniziano il loro concerto. Nel corso del videoclip scorrono alcune delle immagini più emblematiche degli orrori commessi da Putin e dai militari russi in quasi un anno di guerra, da quando il 24 febbraio 2022 ha invaso il territorio ucraino. Il bombardamento del teatro di Mariupol, dell'ospedale pediatrico, le uccisioni sommarie. Il video si chiude in maniera volutamente irriverente - come tutte le performance del gruppo di attiviste - facendo pipì su una foto gigante di Putin. Il governo di Putin è un "regime terrorista", dichiara la band in un comunicato. "E' la musica della nostra rabbia, indignazione, disaccordo, un grido disperato di rimprovero contro i fantocci assetati di sangue di Putin, guidati da un mostro cannibale il cui posto è nelle fiamme eterne dell'inferno alimentate dalle ossa delle vittime di questa guerra terribile". "La propaganda russa avvelena i cuori della gente con l'odio", dichiara il collettivo punk.Le Pussy Riot diventarono famose in tutto il mondo con una performance anti Putin nella cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca nel marzo 2012.Video Pussy Riot

Lo Zar: «Finire la guerra al più presto»

il casoLa guerra «prima finisce, meglio è». Due settimane dopo aver dichiarato che l'invasione dell'Ucraina «potrebbe essere» ancora «un lungo processo», Vladimir Putin ha detto di auspicare che finisca al più presto il brutale conflitto da lui scatenato. Un'apparente apertura, almeno a parole. ...