Staff, Casalvieri sicuro: «Abbassare il quintetto la svolta contro Chieti»

MANTOVAAl termine di una gara di grande sofferenza, gli Stings sono riusciti a conquistare la terza vittoria stagionale. Quella con Chieti non è stata certo la prestazione perfetta, ma la Staff ha raggiunto lo stesso il suo obiettivo, con un secondo tempo di grande grinta.«Probabilmente la buona partenza nei primi minuti ci ha illuso - commenta il general manager Gabriele Casalvieri -. Dopo il break iniziale abbiamo giocato col freno a mano tirato, la gara si è imbruttita e ci siamo fatti prendere dalla tensione. Per noi la vittoria contava molto in questa partita e forse abbiamo patito un po' di tensione. Nel secondo tempo, però, siamo cresciuti sotto tanti aspetti. Coach Valli è stato bravo ad abbassare il quintetto, ciò ha permesso di trovare grande fluidità in attacco freschezza in difesa. Da qui abbiamo preso fiducia, poi le giocate di Veronesi, Cortese e Miles ci hanno ridato entusiasmo e abbiamo conquistato un successo importante».Ancora una volta gli Stings hanno reagito bene allo svantaggio. «Si vede che la squadra ha carattere. Anche se andiamo sotto di 10 o 15 punti riusciamo sempre a renderci pericolosi. Poi è chiaro, non possiamo sempre recuperare. Credo però che lo stop di tre settimane abbia inciso sulla nostra preparazione e sul nostro ritmo. Ora stiamo lavorando con continuità e spero che miglioreremo presto».Si analizza la partita dei singoli. «Thioune sta crescendo, è un ragazzo che s'impegna tanto durante la settimana e i risultati si iniziano a vedere. Con Chieti ha fatto dei passi in avanti importanti. Veronesi ha messo tanto cuore, ha segnato i canestri che ci hanno permesso di cominciare la rimonta. Ross? Forse sta patendo ancora l'infortunio subito a Pistoia. Dobbiamo stargli vicino, può dare un contributo importante sia a rimbalzo che come fatturato offensivo».Da ieri la Staff ha iniziato a preparare la partita con Rimini: «I romagnoli hanno un palazzetto caldo, non dobbiamo lasciarci ingannare dalla classifica. Anche se è ultima, Rimini è una squadra fisica e con qualità importanti. Tra l'altro, ha ragione Valli quando dice che dobbiamo restare umili e guardare con attenzione le squadre dietro di noi in classifica. Non siamo attrezzati per competere con le corazzate, serve grande attenzione». --Alberto Carmone © RIPRODUZIONE RISERVATA