E la Castellana non cambia rotta Avanti con Cobelli ma serve la svolta

castel goffredoAvanti con Alessandro Cobelli. La Castellana sta per mandare in archivio una settimana complicata, di profonda riflessione. Il ko di domenica scorsa contro il Lodrino ha messo in discussione la panchina di Cobelli, tanto che nei primissimi giorni della settimana sembrava plausibile un cambio di guida tecnica. La società ha riunito i giocatori in un confronto schietto per capire le motivazioni di questo andamento lento. Pare sia emersa unità di intenti tra spogliatoio e mister, tanto da portare a un rinnovo della fiducia. In stand by quindi le possibili alternative spuntate nei giorni scorsi. Dall'esperto Beccalossi all'emergente Arioli. La società non li ha contattati proprio perché prima ha voluto capire la solidità del rapporto tra Cobelli e il gruppo: «Era giusto trovarci, avere un faccia a faccia con tutti - spiega il dg Alessandro Novellini - perché chiaramente le cose non stanno andando come volevamo. Detto questo abbiamo deciso di rinnovare la fiducia all'allenatore, con la speranza che la squadra ora cambi passo». Nessuno nell'ambiente biancazzurro lo dice, ma è ovvio che le prossime partite saranno decisive per il futuro della squadra e di conseguenza dell'allenatore. Che inizierà questa sorta di nuovo corso domenica contro la Nuova Valsabbia. Mancherà Faye Pape che dovrebbe rientrare con il Pro Palazzolo. Out anche Favagrossa: per lui il rischio concreto è che la stagione sia finita: «Aspettiamo l'esito degli esami e poi vedremo cosa fare - precisa Novellini -. Chiaramente stiamo valutando le possibili offerte dal mercato degli svincolati perché in attacco gli infortuni sono diventati pesanti». In vista di domenica vanno recuperati Pizza (problema alla caviglia) e Marangi (botta alla coscia). Infortuni fastidiosi ma che non dovrebbero precludere la partecipazione dei due giocatori al match di Sabbio Chiese. Importante, quasi decisivo. Perché davanti corrono e nessuno aspetta chi resta indietro. --Andrea Gabbi© RIPRODUZIONE RISERVATA