Nelle mani di Felicani il titolo provinciale individuale feeder

MANTOVASi è concluso domenica 11 settembre, con la terza e ultima prova ospitata dal lago di Mezzo, il campionato provinciale individuale di pesca a feeder. Ad essere incoronato campione provinciale è stato lo specialista della Lenza Paradiso, tra l'altro società organizzatrice della gara, Mauro Felicani. Il neocampione provinciale ha fatto sua un'appassionante volata col compagno di club Andrea Venturini: decisiva è risultata una mezza penalità in favore del leader di classifica (3 punti contro 3,5), discriminante decisiva visto che Venturini aveva dalla sua il discorso del peso (33,085 kg contro i 32,100 di Felicani). A completare il podio della progressiva un altro portacolori della società di Casalromano, Fabio Sisti, che ha concluso il suo percorso in campionato con 4,5 penalità e 28,875 kg. A provare a scalfire il predominio della Lenza Paradiso hanno provato soprattutto i garisti della Voltese Trabucco: Paolo Bianchera è stato quarto con 5,5 penalità e 30,170 kg, Ivano Cobelli sesto con 8 penalità e 28,750 kg.La classifica di giornata, caratterizzata dall'incredibile pescosità del lago (334,725 kg salpati per una media a garista di 12,397 kg) aveva visto prevalere Andrea Venturini con 23,730 kg, davanti proprio a Felicani, vincitore del proprio settore ma fermatosi a 22,780 kg. A completare il podio lo stesso Sisti (17,560 kg) a conferma della solidità del terzetto di garisti della Lenza Paradiso che poi ha occupato anche le prime tre posizioni della progressiva finale.Sempre domenica 11 si è svolta anche la diciannovesima edizione del Trofeo Alessandra Affini organizzato dal Team 2000, gara a coppie di pesca al colpo ospitata dal canale Fissero nel tratto che attraversa le località di Cà Vecchia e Garolda. Ad aggiudicarsi il trofeo, con 35,540 kg (cestello che testimonia la buonissima pescosità del canale), è stata la coppia della Lenza Mantovana Colmic formata da Gianguido Cappelletti e Mauro Lazzarini. Secondo gradino del podio per Gianmaria Ghisini e Stefano Bosi della Ravanelli Trabucco (21,040 kg), terzo per Alessandro Paffuti e Mauro Tagliaferro con 20,950 kg. --Davide Casarotto