Quattro gol e tante emozioni Quingentole e Bar La Torre: è X

MANTOVAIl 2022/23 dell'Open League a 11 Uisp è ripartito offrendo subito tanti spunti in una prima giornata di campionato in cui figuravano già sfide in grado di regalare gol ed emozioni. Nel girone 1 spiccava su tutte Bar La Torre-Quingentole, confronto tra le due squadre che nella passata stagione si erano a lungo giocate il primato del medesimo raggruppamento.Ne è uscito un 2-2 che alla fine non scontenta nessuno, anche se il Bar La Torre si era sicuramente illuso di partire con una vittoria considerando che si è ritrovato sul 2-0 dopo appena 13' con le reti di Ganzerla e Prevedi. Nella ripresa però la reazione fluminense, che ha mostrato la qualità di un gruppo rinnovato nell'organico e nella dirigenza, è arrivata grazie alla coppia di bomber formata da Mai e Bellini. Vince e convince il Tormec, capace di espugnare la tana del Nuvolato grazie ai cartellini timbrati da Tellini (12'), Forapani (21') e, nella ripresa, da Sgarbi (52'). A far compagnia al team di Pegognaga in vetta alla graduatoria ci sono le due new-entry del girone, capaci di calarsi subito nello spirito del torneo con altrettante affermazioni esterne di misura. Il Felonica ha superato Il Gonfo Union Villa nell'anticipo del venerdì grazie al gol-partita di Oliani nel finale (78'), la Pievese invece ha fatto bottino pieno ad Ostiglia regolando 2-1 la locale Geo Domus in rimonta. I padroni di casa infatti si erano portati in vantaggio al 16' con l'immancabile Ortolani, salvo ritrovarsi sotto nella ripresa per effetto degli acuti di Boselli (54') e Mari (63'). Da segnalare che al 79' i padroni di casa non colgono un'enorme chance per pareggiare con Ceccio, che fallisce un calcio di rigore. Segno X invece tra Correggioli e Riva di Suzzara, in un match equilibrato tra due formazioni che hanno certamente le carte in regola per giocarsi l'accesso ai playoff. Dal confronto è uscito un botta e risposta del tutto simile a quello tra La Torre e Quingentole, con gli ospiti in rete grazie a Cerchiari e Mari, i padroni di casa che danno vita ad una fiammata nel secondo tempo e, nel giro di tre minuti dal 51' al 54', trovano la via del gol prima con Vilja e poi con Cavaleri. --Davide Casarotto © RIPRODUZIONE RISERVATA