I giovani spiegano come vogliono il futuro

ASOLAGiovani che immaginano il futuro per migliorare il presente. È con questo intento e una forte ispirazione che prende vita "Il futuro siamo noi!", laboratorio collettivo di comunità che ha per protagonisti adolescenti e giovani chiamati a dare forma alle loro istanze e ai loro sogni. L'iniziativa si terrà il 23 settembre, nuova tappa del progetto "Giovani creano futuro" coordinato dal Piano di Zona di Asola - composto da 12 Comuni e con capofila il Comune stesso - che ha ottenuto il sostegno dal bando regionale "La Lombardia è dei giovani".La sinergia coinvolge il Comune di Asola e i partner cooperativa Arché, consorzio Sol.Co, Mestieri Lombardia, Sisam e le associazioni di Castel Goffredo Pastorius e Consulta Giovani. Le iscrizioni sono già aperte e saranno accolte fino al 19 settembre.La partecipazione è gratuita. Le attività di gruppo si svolgeranno venerdì 23 settembre, dalle 15 alle 20, nel teatro San Carlo e in alcuni spazi del museo "G. Bellini" di Asola. Ampia la fascia d'età dei destinatari del progetto che va dai 15 ai 30 anni, altro requisito è essere residenti nei 12 Comuni del Piano di Zona di Asola: Acquanegra, Asola, Canneto sull'Oglio, Casalmoro, Casalromano, Castel Goffredo, Ceresara, Gazoldo degli Ippoliti, Mariana Mantovana, Piubega, Redondesco. Cristina Bertazzoni, docente universitaria e conduttrice del laboratorio con gli educatori e le educatrici di Arché, spiega in che cosa consista partecipare a un laboratorio di futuro: «Immaginare il futuro desiderato permette di riflettere sul proprio presente, dando vita a idee e proposte per migliorarlo. Un'occasione per dare voce a chi spesso non ce l'ha, i giovani. Ragazzi e ragazze potranno non solo riflettere e immaginare ciò che desiderano per il loro territorio ma anche raccontarlo al mondo degli adulti, istituzioni comprese, che prenderanno appunti proprio a partire dalle istanze dei giovani: una dinamica che si distingue rispetto ai soliti meccanismi». In un periodo solcato da forti problematiche che riguardano l'ambito lavorativo, sanitario, energetico e ambientale chiedere ai giovani di immaginare il futuro è una sorta di sfida. Il laboratorio pone grande attenzione al tema del territorio: ambiente, scuola, trasporti, infrastrutture ma anche occasioni ricreative e relazioni che rappresentano il vivere della comunità.«L'iniziativa prevederà anche un momento di restituzione in cui i ragazzi racconteranno le loro proposte agli adulti, compresi i componenti del Tavolo interistituzionale del progetto - sottolinea Barbara Broccaioli, responsabile Servizi alla Persona del Comune di Asola e alla guida del progetto - È un'esperienza nuova che mette in gioco in maniera diversa i nostri politici che ascolteranno i ragazzi, riconoscendoli come concittadini che portano un contributo importante di idee per il migliorare il territorio e la nostra comunità».Il laboratorio sarà caratterizzato da momenti di socializzazione. Info: Jessica Vanni 345 9704240. I link per iscriversi sono reperibili sulla pagina Facebook della coop Arché e sul sito del Comune di Asola. --