Staff, Criconia chiede tempo: «Stiamo costruendo la squadra»

MANTOVA Nessun allarme per gli Stings. La pesante sconfitta a Cento per 83-62 nell'amichevole di domenica non preoccupa l'ambiente e lo staff biancorossi. Per vedere la vera Mantova ci vorrà tempo e questi primi test sono importanti esclusivamente per mettere ritmo nelle gambe e creare affiatamento.«Per tutte le squadre, è un periodo particolare della stagione ed è normale incontrare delle difficoltà - commenta la guardia mantovana Martino Criconia -. È importante non preoccuparsi, bisogna continuare a lavorare per costruire l'identità di un gruppo totalmente rinnovato rispetto all'anno scorso». A rendere poco indicativi i risultati c'è anche l'intensa preparazione fisica: «Abbiamo carichi di lavoro importanti. Il programma di allenamenti è pensato per arrivare nelle migliori condizioni alle prime giornate di campionato. Può capitare una partita in cui siamo meno brillanti. In più, le amichevoli sono occasioni importanti per sperimentare quintetti e soluzioni tattiche. Insomma, per quanto a nessuno faccia piacere perdere, il risultato conta poco in queste partite». Ci sono comunque degli elementi positivi: «Siamo ancora discontinui, ma quando acquisiamo intensità in difesa siamo molto pericolosi. Proprio dalla difesa riusciamo a prendere ritmo per l'attacco ma sono sicuro che servirà pazienza prima di sviluppare i meccanismi giusti. Le materie prime, comunque, ci sono tutte. Abbiamo tanti giocatori duttili e tanta disponibilità da parte di tutti».Criconia parla delle sue prime settimane a Mantova: «Mi sono trovato molto bene, sta nascendo un affiatamento importante nel gruppo e la città è davvero stupenda. È una società che ha sempre avuto ambizioni importanti negli scorsi campionati e anche quest'anno cercheremo di rispettare le aspettative. Il girone Rosso è molto equilibrato e dovremo affrontare ogni gara come se fosse una vera finale».Intanto, venerdì c'è l'esordio in Supercoppa contro Udine (ore 20, TeaArena di Curtatone): «Sarà un test importante per capire i nostri progressi. Udine è la testa di serie del nostro girone, vedremo a che punto sarà la nostra preparazione». --Alberto Carmone