Prende fuoco la cantina Forse un corto circuito Lo stabile è inagibile

Giancarlo Oliani/ mARIANA MANTOVANALa moglie era nel pollaio e non s'è accorta di nulla. Il marito era in casa perché indisposto.All'improvviso l'uomo ha sentito dei rumori strani provenire dalla cantina, attigua alla sua stanza. È uscito e ha visto fumo e fiamme. Senza perdere tempo ha chiamato i vigili del fuoco che, in brevissimo tempo, sono arrivati sul posto. L'incendio, che potrebbe essere stato causato da un corto circuito, è stato subito domato ma le fiamme hanno intaccato le travi di legno che sostengono il soffitto e quindi anche la stanza del primo piano. Per questo oggi l'ufficio tecnico di Mariana eseguirà una perizia statica sull'immobile. L'incendio è scoppiato ieri mattina, attorno alle dieci, in Corte Pedrazzina a Mariana Mantovana, in aperta campagna. È a quell'ora che il padrone di casa, allarmato da una serie di rumori strani esce di casa e vede la sua cantina in fiamme. All'interno un po' di tutto: attrezzi, legna e tinozze di vino. L'uomo, un pensionato ultrasettantenne, cerca di cavarsela da solo, ma il fumo lo avvolge. Decide quindi di chiamare, non senza fatica, i vigili del fuoco di Mantova che risolvono il problema. Ancora da comprendere le cause dell'incendio anche se sembra molto probabile un corto circuito.Al momento sia la cantina che la stanza al primo piano sono inagibili. L'ufficio tecnico del Comune di Mariana Mantovana ha già disposto una perizia statica sull'intero stabile. Nessun problema fisico da parte del proprietario che, in un primo momento, si era sentito male per aver respirato i fumi sprigionati dall'incendio.I danni, comunque consistenti, sono ancora in via di quantificazione. Illesa la moglie del padrone di casa anche se particolarmente spaventata dell'accaduto di cui, in un primo momento, non si era accorta.--© RIPRODUZIONE RISERVATA