Stings, dalla riunione dei soci emerge ottimismo per il futuro

MANTOVaEmerge ottimismo dall'assemblea dei soci degli Stings. Ieri sera gli stati generali della Staff Mantova si sono trovati in un'importante riunione per decidere il futuro del club. Purtroppo, non ci sono ancora novità concrete, ma la dirigenza fa capire che c'è tutta l'intenzione di proseguire l'avventura del basket a Mantova.Il quadro è ancora in evoluzione e in questi giorni proseguiranno altri colloqui con gli sponsor e con tre-quattro nuove aziende molto interessate ad entrare nella famiglia biancorossa con un contributo importante. Mancano però ancora alcune garanzie economiche per impostare il progetto tecnico della prossima stagione, tanto che la società ha chiesto un ulteriore sforzo a coach Giorgio Valli (ancora favoritissimo per la conferma per la prossima stagione) e a diversi giocatori del roster. Anche se la dirigenza non è stata esplicita, è chiaro che questa richiesta manifesta la volontà di proseguire il rapporto con diversi atleti, un aspetto già auspicato da coach Valli in una recente intervista rilasciata alla Gazzetta. La partita col Comune di Mantova resta ancora aperta, così come il capitolo riguardante l'assetto societario. Se gli Stings dovessero "salvarsi" a tutti gli effetti, è probabile che ci sarà un riassetto in termini di quote e di cariche dirigenziali. In ogni caso, il quadro generale è quello di una Staff molto più vicina alla sopravvivenza rispetto a tre settimane fa quando il consigliere d'amministrazione Paolo Cenna lanciava l'appello al tessuto imprenditoriale e alle istituzioni. Evidentemente una risposta è arrivata, ma, come detto, restano ancora diversi nodi finanziari da sciogliere. Da questo punto di vista saranno cruciali i prossimi giorni, col futuro degli Stings che potrebbe decidersi (finalmente) entro la fine di giugno. Considerando che tante rivali di serie A2 hanno cominciato a muoversi (Cantù, ad esempio, ha annunciato l'arrivo dell'ex ct della Nazionale Meo Sacchetti), Mantova dovrà accelerare il passo per allestire una squadra all'altezza del prossimo campionato. Senza dimenticare che, con sei retrocessioni in serie B previste per il 22/23, il margine di errore nella creazione del roster sarà davvero ridotto. --Alberto Carmone © RIPRODUZIONE RISERVATA