Stop alla violenza sulle donne Successo al corso di autodifesa

CERESARA. Il Comune di Ceresara a fianco delle donne e, in genere, di tutti i soggetti potenzialmente deboli grazie a due incontri mirati. Un piccolo passo, ma importante, che fa onore al paese dell'Alto Mantovano che si è messo al pari delle città più grandi, riuscendo a organizzare un corso di autodifesa gratuito, incontri pubblici sull'analisi del fenomeno, sempre più frequente, di casi di aggressività e presentazione delle modalità di difesa attraverso le tecniche del Krav Maga. Realizzato dall'associazione "Body Lab" dance studio, in collaborazione con Dojo Eleonora - Krav Maga USacli Mantova, il primo incontro, teorico, è stato realizzato nella sala civica di Ceresara. «Al corso teorico hanno parlato il maestro di Krav Maga e poliziotto Marco Ceccarini e lo psicologo Luigi Frasson. Entrambi molto preparati, hanno dato consigli su come comportarsi in caso di violenza di qualsiasi tipo, violenza domestica, aggressioni, bullismo - hanno puntualizzato le giovanissime sorelle Gambarini, Carola e Sara - all'incontro pratico, invece, avvenuto nel weekend appena trascorso nella palestra locale, Marco Ceccarini affiancato da una decina di altri istruttori ha insegnato le principali tecniche di difesa in caso di aggressione. Oltre ad essere stato istruttivo, ci siamo anche molto divertite sdrammatizzando un po' la serietà dell'argomento». Se si parla di violenza sulle donne, è corretto dare anche qualche dato: in Italia nel 2018 sono state uccise 69 donne; 7 milioni quelle che, pur non avendo perso la vita, sono state picchiate, maltrattate o violentate. Dal 2000 ad oggi si può senza dubbio parlare di strage, visto che il picco sorpassa le 3.100 vittime. Numeri che fanno rabbrividire e che devono necessariamente essere ridimensionati, anche grazie a incontri come questi.«Abbiamo organizzato questo incontro perché pensiamo sia una tematica importante che al giorno d'oggi va affrontata - proseguono Sara e Carola - Si spera di non dover mai mettere in pratica le tecniche che ci hanno insegnato ma è sempre utile essere preparati. Ci ha fatto piacere che abbiano partecipato molte donne di età differenti sia ragazzine che donne adulte e sono rimaste tutte soddisfatte». «Per qualsiasi iniziativa che venga fatta a favore di soggetti deboli, l'amministrazione sarà favorevole a dare il patrocinio - spiega il sindaco Simone Parolini - in questo caso sono state date nozioni a determinati soggetti per migliorare la sicurezza intesa anche nel prevenire certi tipi di aggressione. Sul territorio sentiamo molto forte l'aiuto verso le donne. Infatti abbiamo anche un centro antiviolenza che ha una prospettiva a 360 gradi». --Valentina Gobbi BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI