Marangoni presenta la squadra di Poggio che cambia

POGGIO RUSCO Ieri sera Dante Marangoni ha presentato la sua lista Poggio che cambia: «Vogliamo cambiare il modo di amministrare, aprendo ai cittadini, consultandoli prima di prendere le decisioni. L'amministratore deve essere un punto di riferimento a cui rivolgersi. Bisogna controllare quello che viene fatto, soprattutto in materia di opere pubbliche, altrimenti si rischia che i lavori vengano fatti male e poi anche se si ottiene che le ditte sistemino gli errori, comunque si spendono soldi per le azioni legali. Questo può essere evitato con il controllo, risparmiando i soldi pubblici, dei cittadini, che sono limitati». Il rilancio del paese e la ricostruzione i punti fondamentali: «Poggio è il punto di riferimento del nostro territorio - ha detto Marangoni - rilanciare Poggio vuol dire rilanciare il territorio. La cultura può essere fondamentale in questo». I candidati sono Paolo Ghidini, Mirko Facchini e Giorgio Pellacani, che sono già stati in consiglio comunale, Mauro Braghiroli, 30 anni, tecnico caldaista, Laura Cervelli, insegnante di 29 anni, Aris D'Amaro, tecnico Aimag di 38 anni, Alex Draghetti, impiegato di 37 , Sara Ganzerla, 23 anni, volontaria della croce rossa, Matteo Gavioli, 28 anni, dipendente in un allevamento, Claudio Oliani, ausiliario di pronto soccorso, Orietta Talassi, biologa di 47 anni e Paola Vicenzi, volontaria al patronato. Stasera al Teatro auditorium sarà il turno di Poggio c'è, guidata da Francesco Cevolani. (gp)