Medole si prepara ad aumentare la Tasi

MEDOLE Il prossimo consiglio comunale del 23 luglio, vedrà, fra gli altri punti all'ordine del giorno, la discussione delle tariffe della Tasi. «Era un lavoro già arrivato a compimento – afferma il sindaco Giambattista Ruzzenenti – ma la novità di questi ultimi giorni è che il governo ci ha tagliato altri 100mila euro. Di conseguenza, ci ritroviamo a dover rifare tutto da capo e questo ci porterà a dover rivedere le tariffe. D'altronde, questo governo dice di non aumentare le tasse ma, di fatto, obbliga i Comuni a farlo e ci trasforma in esattori di imposte». Ruzzenenti è critico con Renzi e non lo nasconde. «Ho scritto una lettera al capo del governo sulle scuole, perché Medole ha già progetti in atto, per i pannelli solari e per il nuovo municipio, quasi ultimato, e di soldi non ne abbiamo. Quindi, ho scritto che se vuole che si metta mano a nuovi investimenti, per esempio le scuole, devono arrivare finanziamenti e si deve allentare il patto di stabilità; devono arrivare risorse». Ma non è solo il fronte Tasi e scuole ad animare il dibattito a Medole. È di pochi giorni fa una discussione via Facebook che ha visto tirare in causa, con toni severi, l'Amministrazione. «Non mi piace discutere in questo modo, se i miei concittadini hanno problemi vengono in Comune, ci si incontra e se ne parla insieme, per questo – continua Ruzzenenti – ho convocato un'assemblea pubblica, aperta a tutti, dove abbiamo discusso, soprattutto, delle tariffe di Sicam, e cioè delle bollette dell'acqua. Come è noto le tariffe non dipendono da noi, quello che il Comune può fare, e lo abbiamo ribadito ai cittadini, è presentare domanda ai nostri uffici per la rateizzazione della bolletta. Il Comune si impegna, per parola presa con Sicam, a passare la documentazione per avviare la rateizzazione della bolletta. Poi, in sede di assemblea saranno da ridiscutere le tariffe, ma questo non dipende direttamente dal Comune». L'assemblea è stata molto partecipata e si è discusso di altri temi inerenti la vita politica medolese, con momenti di discussione anche accesi. Mauro Ballista, consigliere di minoranza e candidato sindaco sconfitto alle ultime elezioni, sottolinea che «la rateizzazione, in sé, non è sufficiente. Qui c'è gente che fa fatica ad arrivare a fine mese, quindi c'è da rivedere al più presto le tariffe. Inoltre, crediamo sia giusto che la rateizzazione arrivi direttamente dalla ditta, e non che il Comune si debba far carico di sollecitare questa soluzione. Inoltre, auspichiamo di arrivare all'autolettura del contatore, perché l'attuale metodo ha creato situazioni pesanti per molti cittadini. Sul dibattito via Facebook non ho nulla da aggiungere, e concordo che i toni e il rispetto devono essere alla base di ogni dibattito, anche su una piazza come quella virtuale». (l.c.)