Il Comune di Virgilio insegna ai giovani il codice della strada

VIRGILIO.I ragazzi di terza media guadagnano di giorno in giorno indipendenza: si avvicina il momento in cui lasceranno il comune di Virgilio per andare a studiare in altre città spesso a Mantova, magari con il tanto agognato motorino per fare quei 4-5 chilometri che separano casa alla scuola superiore.
Per questo l'amministrazione comunale di Viriglio ha organizzato due incontri con i ragazzi e la polizia locale per parlare di regole e del codice della strada, e dunque per il progetto è stato scelto il nome di 'Amici vigili".
I due agenti hanno infatti spiegato ai ragazzi la funzione della polizia locale, ripassando con loro le norme che regolano il traffico, dei ciclomotori come dei pedoni.
«Crescendo aumentano anche i pericoli che dovete affrontare - ha spiegato il sindaco Alessandro Beduschi - per questo dovete fare affidamento sulle forze dell'ordine, che ogni giorno operano sul territorio anche per la vostra sicurezza».
Sono stati circa 120 i ragazzi che nei due incotnri predisposti dall'amministrazuione comunale hanno partecipato al progetto. «Dobbiamo aumentare il dialogo con la popolazione - ha spiegato Fulvia, una agente di polizia locale in servizio a Virgilio - e soprattutto con i ragazzi: troppo spesso, infatti, non conoscono il codice della strada, mettendo a repentaglio la loro vita e quella di chi sta loro accanto. Non vogliamo - conclude - che ci considerino come una presenza fastidiosa: al contrario spieghiamo loro che possiamo aiutarci a vicenda, per il bene di tutti».

Vincenzo Bruno