Metropolis/17, Sileri risponde ad Amadeus: "Il positivo asintomatico può condurre anche Sanremo"

video Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri a Metropolis dà una notizia: "È probabile la fine dello stato di emergenza entro il 31 marzo". Poi prendendo spunto da una dichiarazione di Amadeus a Sanremo ("Non c'è uno piano B, e sono malato dovete aspettare 10 giorni qui con me"), spiega: "Essere positivi non è essere malati, ci facciamo troppi tamponi. Tra un anno un positivo completamente asintomatico trivaccinato potrà fare ogni cosa, magari con la mascherina. Anche presentare Sanremo"

Metropolis/17 - "Canta che (non) passa". Ospiti: Sileri, Crosetto e Lorenzo Pregliasco. Con Molinari (intergrale)

video L'effetto Mattarella bis su partiti e governo Draghi. Ne parliamo in studio a Metropolis con il direttore di Repubblica Maurizio Molinari, il cofondatore di Fratelli d'Italia Guido Crosetto e Lorenzo Pregliasco (YouTrend). A Metropolis anche le nuove misure anti-Covid e i numeri della pandemia tra i bambini con il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri e Viola Giannoli. Aspettando il Festival, i racconti da Sanremo di Maurizio Crosetti e Luca Piras. Conduce Gerardo Greco Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Maturità 2022, tornano le prove scritte: sui social l'ironia e la preoccupazione degli studenti

video La decisione di tornare alla prova scritta di italiano e alla seconda prova, dopo due anni di pandemia, ha seminato il terrore tra gli studenti che devono affrontare la maturità tra pochi mesi. Lo dimostra anche la reazione sui social dopo aver sauto come sarà il prossimo esame di Stato: la notizia è stata accolta con preoccupazione, ma non è mancata l'ironia.A cura di Sofia Gadici

Partygate, Johnson chiede scusa ma non si dimette: "Cambierò modo d'agire a Dowining street"

video "In primo luogo, voglio chiedere scusa. Mi dispiace per le cose che semplicemente non sono andate bene e mi dispiace per il modo in cui è stata gestita la questione. Capisco la rabbia delle persone". Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson riferendo alla Camera dei Comuni sul rapporto Gray relativo allo scandalo partygate, nelle quali si sottolineano fallimenti di leadership e di giudizio "da parte del n.10 di Downing Street e del Cabinet Office" rispetto alle feste tenute a Downing Street in presunta violazione delle normative anti-Covid. Il primo ministro conservatore ha affermato di aver capito la lezione e sottolineato che "cambieremo il modo in cui viene gestito Downing street". Durissima l'accusa del leader laburista Keir Starmer durante il dibattito in corso ai Comuni: Il premier Boris Johnson è "un uomo senza vergogna". E' uno dei passaggi più duri dell'intervento del leader laburista Keir Starmer durante il dibattito in corso ai Comuni. "Il premier è un uomo senza vergogna" ha detto" "Le conclusioni del Rapporto sono una "condanna" per Johnson, che è soto inchiesta, ha detto Starmer che tornato a chiedere le dimissioni del premier.Video Ansa

Porzio prova la pizza di Cracco: "Il prezzo ci può stare". La video-recensione diventa virale

video "Non è la classica napoletana. Pomodoro buonissimo, probabilmente base precotta, impasto croccante. Due margherite e una bottiglia d'acqua, 51 euro. Però devo dire una cosa: Milano, il Duomo, Cracco, il prezzo ci può stare". Errico Porzio, pizzaiolo e imprenditore napoletano molto seguito sui social, ha girato questa video-recensione direttamente nel ristorante di Carlo Cracco a Milano e il filmato è diventato virale: nel giro di due giorni, solo su TikTok, ha superato 1,5 milioni di visualizzazioni. Il costo della pizza di Cracco è un tema caldo sui social: proprio nelle ultime ore è diventato trending topic su Twitter dopo che una utente il 30 gennaio ha postato la foto dello scontrino di una Margherita pagata 22 euro.Video TiKTok - Errico Porzio

Sanremo 2022, chi è 'l'architetto dei fiori': "Così hanno scelto i miei bouquet per il Festival"

video I fiori del festival di Sanremo nelle sapienti mani di un salentino. Sarà Michele Plati, fiorista da tre generazioni, a confezionare i bouquet da consegnare agli artisti sul palco dell’Ariston. 'L’architetto dei fiori', come è stato soprannominato, vive e lavora a Parabita in provincia di Lecce, ha partecipato al concorso nazionale 'Bouquet del Festival 2022', organizzato dal Mercato dei Fiori di Sanremo. Insieme a lui altri 15 partecipanti provenienti da tutta Italia. Il tema di quest’anno era 'I fiori seguono sempre la luce'. Il concorso si è svolto su due prove: Il Sole e La Luna. Ogni singola prova ha avuto la durata di 30 minuti e i bouquet sono stati giudicati da una giuria tecnica e una giuria d’onore. La giuria tecnica, composta dai maestri dell’arte floreale Rudy Casati, Marco Introini e Rita Milani ha valutato i lavori in base a colore e originalità, utilizzo e valorizzazione del 'materiale vegetale locale', tecnica e attinenza al tema di Antonio Falconieri