Metropolis/117 - Orient Express. Se Salvini non va a Mosca, Draghi arriva da Zelensky. Ospiti La Torre, Magi, Quartapelle, Soleri e Tosi. Con Castaldo, Molinari, Pertici e Schianchi (integrale)

video Il viaggio in treno di Draghi, Macron e Scholz per rimarcare il sostegno incondizionato a Zelensky; le critiche pubbliche di Luigi Di Maio alla leadership di Giuseppe Conte; la morte di "Mario", il primo cittadino italiano deceduto con il suicidio assistito. L'apertura di RepIdee a Bologna. Oggi a Metropolis Lia Quartapelle (responsabile esteri del Pd), Riccardo Magi (Presidente di + Europa), Flavio Tosi (ex sindaco di Verona). Sui diritti Cathy La Torre e Giorgia Soleri. Con il direttore di Repubblica Maurizio Molinari, Corrado Zunino (dall'Ucraina), Giulia Santerini da RepIdee (Bologna). In studio Gerardo Greco, Laura Pertici e Francesca Schianchi. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/117 - Ucraina, Zunino: "In Donbass la guerra continua anche con la visita di Draghi, Macron e Scholz"

video Corrado Zunino, inviato di Repubblica nel Donbass, racconta il fronte di guerra in Ucraina durante la visita ufficiale di Draghi, Macron e Scholz con Zelensky: "Qui non c'è tempo nemmeno per accedere la televisione, questo incontro non ha avuto conseguenze nel Donbass fino a ora. In questa zona la battaglia è ripresa in modo duro due giorni di tregua locale". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla Newsletter

Metropolis/117 - L'addio di Tosi a Salvini: "La Lega non esiste più. Sto meglio con Forza Italia"

video Flavio Tosi, ex sindaco di Verona, spiega a Metropolis i motivi che lo hanno portato a dire definitivamente addio al partito di Matteo Salvini (in cui militava dal 1994): "In Forza Italia ci si confronta con i vari coordinatori, c'è una filiera di partito. Berlusconi ha deciso di appoggiarmi a Verona mentre nella Lega è successo il contrario". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/117 - Il messaggio del direttore Molinari dalla Repubblica delle Idee

video "I temi sono i diritti e l'Europa, è avvincente vedere tanta partecipazione". Così il direttore di Repubblica, Maurizio Molinari, interviene a Metropolis in collegamento da Piazza Maggiore, dove oggi inizia Repubblica delle Idee. Non si può dimenticare la guerra, specie durante il viaggio di Draghi, Macron e Scholz in Ucraina: "Andando lì - spiega Molinari - hanno dato al popolo ucraino un futuro che si chiama Europa". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla Newsletter

Metropolis/117 - Il messaggio del direttore Molinari dalla Repubblica delle Idee

video "I temi sono i diritti e l'Europa, è avvincente vedere tanta partecipazione". Così il direttore di Repubblica, Maurizio Molinari, interviene a Metropolis in collegamento da Piazza Maggiore, dove oggi inizia Repubblica delle Idee. Non si può dimenticare la guerra, specie durante il viaggio di Draghi, Macron e Scholz in Ucraina: "Andando lì - ha spiegato Molinari - hanno dato al popolo ucraino un futuro che si chiama Europa". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla Newsletter

Di Maio: "Non si può stare al governo e attaccarlo". Conte: "Da lui nessuna lezione di democrazia"

video Dopo il flop alle amministrative, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio attacca il presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte: "Non credo che possiamo stare nel governo e poi, per imitare Salvini, un giorno sì ed uno no, si va ad attaccarlo. Il nostro elettorato è disorientato. Servirebbero più inclusività e più dibattito interno". Non si è fatta attendere la risposta di Giuseppe Conte: "Quando è stato leader del Movimento Di Maio, c'era un solo organo politico: il capo politico. Che lui adesso faccia lezioni di democrazia interna a questa comunità fa sorridere".Ansa

Metropolis/117, Giorgia Soleri: "I diritti non sono concessioni, il mio aborto a 21 anni un'umiliazione"

video Il diritto alla vita, il diritto di scelta sulla propria morte e sull'aborto. A 26 anni Giorgia Soleri è molto più della "Signorina nessuno", il titolo della sua prima raccolta di poesie, appena uscita per Vallecchi. O della "compagna di Damiano dei Maneskin". Nel dietro le quinte del suo incontro a RepIdee dedicato a diritti o concessioni, scopriamo che il dolore della sua malattia non riconosciuta per 11 anni non è stato il suo unico grande buio. E che ha moltissima voglia di combattere anche per gli altri. intervista di Giulia Santerini e Giulia De Stefanis

Draghi incontra Zelensky a Kiev: "L'Italia vuole l'Ucraina nell'Unione europea"

video "Il messaggio più importante della nostra visita è che l'Italia vuole l'Ucraina nell'Unione europea, e vuole che l'Ucraina abbia lo status di candidato e sosterrà questa posizione nel prossimo Consiglio europeo". Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, a Kiev, nel corso della conferenza stampa dopo l'incontro con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Il primo ministro italiano ha sottolineato che quella dell'integrazione europea sia "una strada che dovrà vedere le riforme profonde della società ucraina". Tuttavia, ha ribadito Draghi, "il popolo ucraino difende ogni giorno i valori di democrazia e libertà alla base del progetto europeo, del nostro progetto", e per questo "non possiamo indugiare, ritardare questo processo". Draghi ha concluso parlando della sua visita a Irpin, "luogo di massacri compiuti dall'esercito russo. Sono fatti terribili, che turbano nel profondo, e che condanniamo senza esitazioni". SEGUI LA DIRETTAISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANAVideo LaPresse