Il capannone del Petrolchimico di Porto Marghera, l'arte racconta le lotte del lavoro

video Entrare nel capannone del Petrolchimico di Porto Marghera significa anche fare un viaggio nell’arte al servizio delle lotte del lavoro. Dagli striscioni ai quadri, grandi ed evocativi, le pareti del capannone ospitano opere che racconta dagli anni Settanta ad oggi i temi del lavoro in fabbrica, il conflitto tra lavoro e salute, la speranza di vedere davvero convivere industria e laguna ma ci sono opere dedicate agli anni bui del terrorismo brigatista, che vide proprio gli operai in strada contro gli omicidi delle Br e il tema pacifista contro la guerra in Vietnam. Per chi non lo conosce, ecco la carrellata di immagini nel video di Lorenzo Porcile, a cura di Mitia Chiarin

Metropolis/94 - "L'odio e gli indifferenti". Lo sciopero dei magistrati, il Berlusconi no armi, il Ddl Zan al Senato, la resa Azovstal. Con Bonetti, Ermini, La Torre, Mulé e Zan (Integrale)

video Il vicepresidente del Csm Davide Ermini ci racconta le ragioni dello sciopero dei magistrati e la riforma della giustizia che vorrebbe e la querela all'ex amico Matteo Renzi che non avrebbe voluto. Nella giornata contro la omotrasfobia si riparla del Ddl Zan che sta per tornare in aula. Ha delle chances di diventare legge? I soldati della acciaieria Azovstal si arrendono, Mosca li bolla come terroristi e c'è alla Duma chi chiede la pena di morte. Che ne sarà di loro? E che scambi di prigionieri sono in corso? Oggi a Repubblica la ministra della Famiglia Elena Bonetti, il vice presidente del Csm Davide Ermini, l'avvocatessa Cathy La Torre (autrice di "Ci sono cose più importanti"), il sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè e l'onorevole Alessandro Zan (Pd). In collegamento dall'Ucraina Fabio Tonacci. Da Montecitorio, Gabriele Rizzardi. Con i sentieri di guerra di Gianluca Di Feo. In studio Liana Milella, Giovanna Casadio, Gerardo Greco e la comica Susanna Sferrazza. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla Newsletter

Metropolis/94 - Mariupol, Tonacci: "Cosa ne sarà dei combattenti della Azov dopo la resa"

video Fabio Tonacci, inviato di Repubblica a Odessa, analizza il destino che Mosca riserverà al battaglione Azov dopo la resa: "Kiev considera questi soldati come degli eroi, per Putin non sono semplici prigionieri di guerra. Il Cremlino ha un'arma in più sul tavolo delle trattative e l'Ucraina sta vivendo molto male l'epilogo di Mariupol". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla Newsletter

La sua grande passione: il calcio. Così Ceggia ha dato l'addio a Nicolò Manica

video A Ceggia sulla bara è stata adagiata la sciarpa dell’Inter, la sua squadra del cuore. Al termine della cerimonia, l’ultimo saluto è stato scandito dalle note di “Pazza Inter Amala”, mentre in cielo venivano lanciati palloncini bianchi e nerazzurri. Così martedì pomeriggio parenti, amici e i suoi piccoli giocatori hanno voluto dare l’ultimo saluto, sul sagrato della chiesa di Ceggia, a Nicolò Manica, il 33enne che ha perso la vita in un incidente stradale nella notte tra venerdì e sabato, lungo la provinciale tra Ponte Crepaldo e Stretti. (Video Claudio Vianello)

Calcio, l'auspicio di Berlusconi: "Il cuore batte per il Milan ma è più importante il Monza in A"

video "Il mio cuore milanista non può che sperare in un'affermazione del Milan che secondo me se lo merita anche per il gioco espresso durante tutto il campionato. Quello che però è ancora più importante per me è che il Monza vinca i playoff e possa giocare in A contro il Milan". Così il leader di Forza Italia, ex presidente rossonero ed attuale proprietario del Monza, Silvio Berlusconi, commenta l'acceso finale di campionato fra Milan ed Inter.Di Andrea Lattanzi