Metropolis/88 - La mala parata. L'altra guerra tra Putin e Zelensky. Con Caracciolo e Mentana, Schianchi e Castelletti (integrale)

video Il discorso del 9 maggio di Putin, con la grande parata militare in ricordo della liberazione del nazifascismo. E quello di Zelensky, che ha preceduto in mattinata il presidente russo e che ha dato dell'Hitler a Putin. L'Europa che anche oggi non riesce a votare il sesto pacchetto di sanzioni e da Strasbrugo Von der Leyen è netta: "Basta con l'unanimità, cambiamo i trattati". A Strasburgo parla anche il presidente francese Macron: "Non siamo in guerra con la Russia, l'Ucraina definisca i termini del negoziato". Draghi in partenza per gli Stati Uniti senza riferire in Aula sull'invio di armi all'Ucraina come chiesto da Conte, ma nei 5 stelle non tutti la vedono allo stesso modo. Intanto Salvini non invita Giorgia Meloni alla conferenza programmatica della Lega a Roma sabato prossimo. A Metropolis oggi ci sono Lucio Caracciolo e Enrico Mentana, Francesca Schianchi in studio e Rosalba Castelletti da Mosca e Daniele Raineri da Kharkhiv. Con i Sentieri di guerra in video di Gianluca di Feo in video una controcopertina del comico Saverio Raimondo.

Metropolis/88 - Cartabianca, Fassino (Pd): "Sbagliato condizionare i talk, i partiti non intervengano"

video Piero Fassino, presidente della Commissione Esteri della Camera, interviene a Metropolis sulla possibile cancellazione o modifica del format di Bianca Berlinguer: "Sono contraio a qualsiasi forma di censura o condizionamento di media e giornali. Non mi sono scandalizzato per l'intervista di Lavrov su Rete4 ma ho trovato inadeguto augurare 'buon lavoro' al ministro degli Esteri russo". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla Newsletter

Come combattono i russi nel Donbass: le immagini dalla bodycam dei soldati in azione

video Un reparto meccanizzato russo all’assalto nel Donbass. Alcuni dei soldati portano al braccio lo stemma sovietico, la falce e martello in campo rosso sempre più diffusa tra le truppe di Putin in prima linea. Alcuni uomini escono da uno dei veicoli blindati e sparano contro le postazioni ucraine con i lanciarazzi. Gli rispondono alcune mitragliatrici, a cui replicano con i cannoncini dei mezzi. Lo scontro avviene a distanza molto ravvicinata: uno dei soldati spara con il suo kalashnikov. Un altro filmato mostra lo stesso reparto russo mentre ispeziona una trincea devastata dal tiro dell’artiglieria pesante: ci sono molti fanti ucraini morti, uccisi dall’esplosione delle cannonate. La ferocia dei combattimenti si scontra con il paesaggio della campagna, che ha il verde luminoso della primavera.di Gianluca Di FeoVideo Twitter - CaucasusWarReport

Metropolis/88 - Ucraina, Raineri: "Perché la battaglia di Kharkiv sarà decisiva per il Donbass"

video Daniele Raineri, in collegamento a Metropolis da Kharkiv, spiega perché da questa città dipende il futuro della guerra: "I russi, dopo quasi due mesi di attacchi, non hanno conquistato la città. Gli ucraini, grazie alle nuove armi, sono riusciti ad allontanare le truppe del Cremlino. Questa è e sarà una città cruciale del conflito". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla Newsletter

Metropolis/88 - L'inviata a Mosca: "Putin ha rotto il silenzio e ha nominato i caduti in Donbass"

video L'inviata di Repubblica a Mosca Rosalba Castelletti nota questo passaggio del discorso del presidente della Federazione Russa nel giorno della grande parata patriottica. Un passaggio a sorpresa, visto che fino ad oggi Putin ha fatto di tutto per non dare il numero dei caduti russi sul fronte ucraino, oltre a non nominare la parola guerra. Seconda nota dell'inviata: "Su una ventina di persone con le quali ho parlato, solo due ragazzi non sono scherati col loro presidente". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla Newsletter

Cina, il cielo di Zhoushan si tinge di rosso: lo strano fenomeno causato dalla rifrazione della luce

video Siamo a Zhoushan, Cina. Lo scorso sabato, il cielo sopra la città situata nel Nord-Est del Zhejiang si è tinto di rosso. Migliaia i video e le foto pubblicate dagli utenti sui social per immortalare lo strano fenomeno. A causarlo, secondo i meteorologi locali, una particolare rifrazione della luce amplificata dall'intensa presenza di nuvole molto basseVideo Twitter - Hava Forum

Napoli, Aurelio De Laurentiis: "Se Insigne lascia la casetta in Canada, qua deve torna'"

video "Chi ama Napoli, chi ama il calcio Napoli, chi ama un giocatore che è stato fedele alla maglia azzurra per tutti questi anni non può che venire, anche perché noi abbiamo messo dei prezzi ultra stracciati, veramente popolari, non solo perché è l'ultima partita in casa, ma anche per poter onorare la partenza nell'ultima partita che giocherà in casa Insigne". Così, a margine di un evento a Napoli a Palazzo San Giacomo, il presidente Aurelio De Laurentiis ha invitto tutti i tifosi ad andare domenica allo stadio per Napoli-Genoa, ultimo match in casa per gli azzurri in questo campionato, al termine del quale il capitano Lorenzo Insigne si traferirà a giocare a Toronto. "Poi - ha aggiunto De Laurntiis - mai dire mai: se Insigne non si dovesse trovare bene in Canada, lascia la casetta in Canadà e qua deve torna'. C'è poco da fare, noi lo accoglieremo sempre a braccia aperte".Ansa

Putin alla parata con una cravatta italiana. Marinella: "E' la nostra, forse è regalo di Berlusconi"

video La cravatta indossata oggi da Vladimir Putin? "Penso proprio fosse una delle nostre, mi sembra proprio di sia una delle mie. Si tratta di un modello punta a spillo blu e bianco, forse regalatagli da Silvio Berlusconi o forse facente parte di uno stock mandato al presidente Putin. Si tratta di un modello classico, elegante, che di solito si mette nelle occasioni importanti". A rivelarlo a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, è Maurizio Marinella, imprenditore 're' delle cravatte sartoriali, intervistato da Giorgio Lauro e Francesca Fagnani. Secondo lei è probabile che il capo in questione sia stato acquistato da Putin o che glielo abbia regalato il Cavaliere. "L'ultima fornitura fatta a Putin risale a circa un anno fa - ha detto a Rai Radio1 l'imprenditore - tra cui questo modello che gli era stata spedita in grandi numeri". servizio di Rosalba Castellettimontaggio di Santiago Martinez de Aguirre Segui gli aggiornamenti dall'UcrainaIscriviti alla newsletter quotidiana  video Ansa

Metropolis/88 - Ucraina e talk, Mentana: "Usiamo la guerra per fare i nostri conti in casa"

video Enrico Mentana a Metropolis riflette sul dibattito su talk e interviste "di guerra", compresa quella al ministro della Difesa russo Lavrov. Che il direttore del Tg La7 avrebbe fatto sicuramente, dice. "Ci concentriamo sulle domande anziché sulle risposte, alcune anche molto gravi - osserva Mentana -. E non pensiamo che uno come Lavorv avrebbe dato le stese risposte davanti a qualsiasi domanda." SEGUI GLI AGGIORNAMENTI DALL'UCRAINAISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA