Il comandante della Marina russa incontra i marinai sopravvissuti all'affondamento della "Moskva"

video A Sebastopoli, quartier generale della flotta del Mar Nero il comandante in capo della Marina militare russa, ammiraglio Nikolai Yevmenov, ha incontrato i membri dell'equipaggio dell'incrociatore Moskva, affondato due giorni fa nelle acque del Mar Nero. L'ammiraglio, citato dall'agenzia Tass, ha detto che "gli ufficiali e i marinai" della nave "continueranno a servire nella Marina". La Russia afferma che la Moskva è affondata a causa dell'esplosione di un deposito di munizioni a bordo. L'Ucraina invece sostiene che l'unità militare è stata colpita da un missile lanciato dalle forze di Kiev. Nessuna notizia ufficiale è stata fornita sul numero delle eventuali vittime.Segui gli aggiornamenti dall'UcrainaIscriviti alla newslettervideo Twitter

Donetsk, colpita una raffineria: la colonna di fumo sopra l'impianto a Lysychansk

video Un "grave incendio" è scoppiato nella di raffineria Lysychansk, nel Donetsk. Lo riferisce il governatore della regione, Serhiy Haidai, secondo il quale le fiamme sono state causate da un bombardamento russo. I media russi confermano la notizia del rogo ma, per il momento, non ne ipotizzano le ragioni. !"L'incendio è ancora in corso di spegnimento", ha aggiunto Haidai su Telegram, "non è la prima volta che viene colpita la raffineria. E' stata colpita sistematicamente per esaurire le risorse dei Servizi di Emergenza dello Stato". «Non c'è più carburante lì. sono i residui di petrolio che stanno bruciando", ha affermato il governatore.video Ansa

Rai, il Papa resta in silenzio per un minuto e non risponde all'intervistatrice. Ecco perché

video Un lungo silenzio senza risposta. E'diventato virale un video in cui il Papa non risponde alla domanda dell'intervistatrice Lorena Bianchetti durante la trasmissione di Rai Uno "A sua immagine, andata in onda il venerdi Santo: "Santo Padre, sono quasi le tre, come dobbiamo vivere questo orario oggi?" E il pontefice resta in silenzio. Come al solito, nel ventre molle della rete non sono mancati i complottisti a ipotizzare il non gradimento della domanda. Niente di più sbagliato, era evidente il carattere simbolico di quel silenzio di fronte a ciò che per la religione cattolica resta l'evento per il quale non bastano le parole e le spiegaizoni umane, considerato l' indicibile della morte di Gesù. Nella domanda di Bianchetti anche la citazione dell'ora (le tre del pomeriggio) fa riferimento proprio ai Vangeli, in cui è indicato il tempo esatto della giornata in cui iniziò l'agonia di Cristo.Questo video è di proprietà Rai - A Sua immagine www.raiplay.it

Ucraina, migliaia di trappole esplosive: il ricordo dell'invasione lasciato dai russi in ritirata

video Mine antiuomo, granate, scatolette esplosive piene di chiodi, un’infinità di proiettili inesplosi. La ritirata dei russi dalle regioni di Kiev e Chernihiv ha lasciato dietro di sé un labirinto di trappole mortali.Il ministero degli Interni ucraino sta diffondendo le fotografie di alcuni di questi ritrovamenti. Sono la testimonianza di una perfidia insensata, una voglia vile di uccidere nascondendo la mano, e di uccidere chiunque, tocchi a chi tocchi, soldato o bambino, nonno o madre di famiglia. Tra i materiali diffusi, un video con lo sminamento di una grossa mina nascosta in un pacco. La fantasia perversa di chi vuole uccidere dopo giorni, mesi e perfino anni un presunto nemico sconosciuto, non ha limiti.di Paolo BreraSegui gli aggiornamenti dall'UcrainaIscriviti alla newslettervideo Ministero degli Interni Ucraina