Standing ovation dei colleghi e cori degli studenti: la Sapienza accoglie il premio Nobel Parisi

video Una lunghissima standing ovation da parte di professori, colleghi e ricercatori. Un'accoglienza da vera rockstar da parte degli studenti. Così l'università La Sapienza di Roma ha salutato e celebrato il nuovo premio Nobel per la fisica Giorgio Parisi. Alla cerimonia era presente anche la ministra dell'Università Maria Cristina Messa, a cui Parisi non ha mancato di lanciare un appello molto apprezzato dai presenti a favore dei fondi per la ricerca. Ma la vera festa è stata quella che gli hanno riservato gli studenti del Dipartimento di Fisica, che gli hanno intonato cori da stadio, applausi e richieste di autografi. Di Francesco GiovannettiLeggi l'articolo | Video L'annuncio

50 Best Restaurants, il Noma di Copenhagen miglior ristorante del mondo: la premiazione

video Il Noma di René Redzepi ha vinto la World’s 50 Best Restaurants. Il ristorante di Copenaghen, icona della Nuova cucina nordica, per 4 volte già al primo posto in questa classifica, torna a trionfare, seguito dal Geranium di Rasmus Kofoed sempre a Copenaghen e da Asador Etxebarri di Victor Arguinzoniz nei Paesi Baschi. Nel video, la gioia di Redzepi e del suo staff durante la premiazione ad Anversa.Video 50 Best Restaurants TV

Da Giosuè Carducci a Giorgio Parisi: ecco i venti italiani che hanno vinto il premio Nobel

video Da Giosuè Carducci, vincitore del Nobel per la letteratura nel 1906, fino all'ultima vittoria di Giorgio Parisi, che si è aggiudicato il premio per la fisica. Sono venti gli italiani che hanno ricevuto l'ambita onorificenza, assegnata ogni anno a Stoccolma. Nomi più o meno noti, che hanno lasciato il segno nella letteratura, nella medicina, nella fisica e nell'economia. A cura di Federico Tafuni

Svezia, un grattacielo di venti piani tutto di legno dedicato all'arte e alla cultura

video Un nuovo edificio in legno di 20 piani nel nord della Svezia che ospita una biblioteca, sei palchi teatrali e un hotel che diventa anche un centro per arte, concerti e incontri. È la "Sara Kulturhus" (Casa della Cultura): è alta quasi 80 metri ed è uno dei più alti del mondo costruiti in legno. "Non è un progetto nato per fare una casa di 20 piani a Skelleftea, ma con una strategia più ampia", dice il capo dell'urbanistica di Skelleftea Therese Kreisel, seduta sulla scala di legno che è al centro dell'edificio e funge da luogo di incontro per i suoi visitatori. Una costruzione ispirata a sostenibilità e rispetto dell'ambiente e basso impatto climatico. Skelleftea, che si trova a circa 800 chilometri a nord della capitale Stoccolma e 200 chilometri a sud del Circolo Polare Artico, ha una popolazione di circa 33.000 persone e la silvicoltura è una delle più grandi industrie locali. Kreisel ha affermato che l'edificio è stato costruito con 12.200 metri cubi di legno provenienti da alberi raccolti entro un raggio di 60 chilometri dalla città. Costruito con colonne e travi in legno lamellare e senza l'uso di cemento. L'industria del cemento rappresenta attualmente circa il 7% delle emissioni globali di CO2, secondo l'Agenzia internazionale per l'energia.reuters

Vittorio Brumotti aggredito a San Severo: "Inseguito, accerchiato e colpito"

video L'inviato del tg satirico 'Striscia la notizia', Vittorio Brumotti, è stato aggredito mentre girava un servizio sullo spaccio di droga a San Bernardino di San Severo (Foggia). Brumotti, secondo quanto comunica una nota di 'Striscia', è stato inseguito e accerchiato, e poi colpito con pugni sul volto che gli hanno procurato un trauma giudicato guaribile in trenta giorni. Contusi anche alcuni collaboratori del biker e due degli agenti delle forze dell'ordine intervenutiVideo: WhatsApp

Parisi: "Il Nobel è riconoscimento alla scienza italiana. Il Governo è orgoglioso? Lo dimostri nelle finanziaria"

video "Abbiamo gia' visto un cambiamento in Italia nell'interesse verso la scienza: la speranza e' che nella prossima finanziaria questo cambiamento venga attuato". Lo ha affermato il premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi, durante il discorso nell'aula magna dell'Universita' Sapienza di Roma dove e' stato accolto da studenti, insegnanti, ricercatori e istituzioni con un lunghissimo applauso. Parisi ha ribadito, rivolgendosi soprattutto alla ministra dell'Universita' Messa presente in Sala, che "l'Italia deve diventare un Paese accogliente per i ricercatori. Poche persone vengono in Italia mentre tanti ricercatori italiani vanno all'estero" PArisi ha anche ricordato la sua lunga fedeltà alal Sapienza, dove oggi insegna, entrato come studente "nel ormai lontano 1966" ha detto, ricordando anche altri studiosi che avrebbero meritato anche essi riconoscimenti internazionali per il loro lavoro.Video Università la Sapienza