Linus intervista Elodie: "Studio e faccio di tutto per avere più cultura"

video "Sono dispiaciuta di non avere cultura. Studio e faccio di tutto per strutturarmi, per accrescere la mia conoscenza". Così Elodie risponde a una domanda rivoltale da Linus, su ciò di cui sente la mancanza. E questa è solo una delle tante piccole confidenze che l'intervista rivela, tra passato e presente, della cantante romana. Il colloquio si è svolto in occasione della collaborazione tra D La Repubblica e Radio Deejay, in edicola sabato 24 con un'edizione speciale: The Sound Issues

Ddl Zan, Elio Vito (Fi): "Indegno accostamento fra Lgbt e Hiv, il leghista Borghi si scusi"

video E' bufera su Claudio Borghi, deputato della Lega che in un post attacca i giornalisti colpevoli di contattarlo per chiedergli se si è vaccinato. A innescare la polemica è parallelo fra infezione da Hiv e Lgbt. "Terzo giornalista che chiama per sapere se sono vaccinato. Finora sono stato gentile, al prossimo parte il vaffan...e la cancellazione dalla lista dei contatti. Perche' questi eroi la prossima volta che intervistano un LGBT non gli chiedono se e' sieropositivo e se fa profilassi?", scrive Borghi. Parole che provocano la reazione del Partito Democratico, 'invitato' da Matteo Salvini a confrontarsi sulle eventuali modifiche al ddl Zan. Ma a prendere la parola in Aula alla Camera è anche il deputato di Forza Italia, in prima linea per l'approvazione del Ddl Zan, Elio Vito. Rivolgendosi al presidente dell'Aula di Montecitorio, Vito ha spiegato: "Vorrei richiamare la sua attenzione per fare in modo che Borghi possa scusarsi non con me ma dinanzi all'assemblea per le cose che ha scritto poco fa. Mettere di nuovo lo stigma della sieropositività su una intera comunità ritengo sia una cosa ignobile. Paragonare omosessualità e sieropositività è una forma di discriminazione gravissima. Basterebbe un minimo di buonsenso per evitare di dire queste scempiaggini. Borghi chieda scusa a me, alla comunità e al paese che dovrebbe rappresentare con onore e con decoro".  webtv.cameradeideputati

Genova, ventennale G8: in piazza Alimonda il minuto di silenzio per Carlo Giuliani

video Piazza Alimonda, a Genova, è gremita a 20 anni di distanza dalla morte di Carlo Giuliani. Il padre del ragazzo, Giuliani Giuliani, ripercorre gli istanti in cui il 20 luglio del 2001 suo figlio venne ucciso da un carabiniere con un colpo di pistola. Poi come tutti gli anni, parte l’urlo della piazza: "Carlo vive, e lotta insieme a noi". di Matteo Macor e Massimiliano Salvo

Fondi Lega, il commercialista Scillieri dopo la testimonianza: "Ho paura"

video L’ex commercialista di fiducia della Lega Michele Scillieri, durante la sua testimonianza nel processo milanese sul caso Lombardia Film Commission, ha raccontato di aver ricevuto minacce e intimidazioni fisiche, epistolari e telefoniche dopo l'udienza del primo luglio. “Se ho avuto paura? Sennò non mi sarei comportato così, sicuramente”, ha risposto Scillieri dopo una testimonianza in cui si è mostrato fortemente provato e preoccupato dalle intimidazioni di cui ha parlato. Stando a quanto ha riferito il teste, le prime minacce ricevute risalirebbero allo scorso settembre dopo il primo interrogatorio di Daniele Alberti

Ddl Zan, Faggi (Lega): "Se Dio ci avesse voluto diversi ci avrebbe dato strumenti per cambiare sesso"

video "Mai andare oltre quello che ci è stato consentito, altrimenti si perde il concetto di essere umano". Così la senatrice della Lega Antonella Faggi ha concluso il suo intervento nel corso della discussione generale sul Ddl Zan nell'aula del Senato. "Se il Signore ci avesse voluto così molteplici, così diversi, avrebbe fatto in modo che da soli potessimo cambiare il nostro sesso e il nostro modo di fare. Invece non siamo così - ha detto Faggi - Noi siamo come Dio ci ha fatto e dobbiamo accettarci. Non possiamo spingerci oltre, mai spingersi oltre la natura" a cura di Francesco Giovannettivideo Senato Tv

Bari, l'assessore come Khaby Lame: nel video mostra come parcheggiare i monopattini

video L’assessore del Comune di Bari Pietro Petruzzelli come Khaby Lame, il secondo tiktoker più seguito al mondo, per sensibilizzare i cittadini sulle buone pratiche che riguardano il rispetto dell’ambiente, il corretto conferimento dei rifiuti e la qualità della vita in città. L’assessore, nello stile dei brevi video realizzati dal tiktoker italiano, fa notare comportamenti scorretti che in realtà sono di facile risoluzione. Nel primo, per esempio, ha mostrato come conferire correttamente i cartoni nel bidone stradale della differenziata, piegandoli per evitare di farlo straripare subito. Ora, invece, fa vedere come parcheggiare correttamente i monopattini negli appositi spazi per non intralciare il cammino dei pedoni sui marciapiedi. "Usiamo i monopattini, ma parcheggiamoli negli spazi preposti con criterio e rispettando gli altri - scrive - E, se non è chiaro, ve lo spiego sempre alla maniera di Khaby Lame. Non è difficile, giusto?" di Gennaro TotorizzoFacebook

Il piccolo tifoso chiede la maglia con un cartello: il regalo di Oshimen a Dimaro

video Un piccolo tifoso del Napoli e Victor Osimhen. Stamani un bambino napoletano in vacanza Val di Sole con la sua famiglia ha esposto un cartellone per tutta la durata dell’allenamento: “Osimhen mi regali la maglia?”. Un cartello talmente grande che più volte il piccolo è stato aiutato a sorreggerlo dal fratellino. Ma tanta fatica e speranza alla fine ha trovato un lieto fine. Concluso il lavoro tecnico con Domenichini, vice di Spalletti, Victor ha parlato con il Ds Giuntoli e poi mentre camminava per rientrare negli spogliatoi ha fatto un cenno al piccolo Alessandro, come a dire aspettami. Nell’attraversare il campo ha appallottolato la sua maglietta d’allenamento e arrivato sotto la tribuna l’ha lanciata in alto. Verso il piccolo tifoso. Una scarica di gioia per il piccolo Alessandro che qualche istante dopo si è fatto immortalare con il cartello modificato a penna: “Osimhen mi ha regalato la maglia”.  

Cilento, labrador salvano 15enne dalle onde: "Ora sono la mascotte della spiaggia"

video PALINURO. Passata la paura la spiaggia delle Saline torna ad essere quella di sempre. Una distesa di sabbia bianca, finissima, tra la macchia mediterranea e il mare cristallino di Capo Palinuro, affollata da centinaia di bagnanti. C’è anche Ilenia, la ragazza di 15 anni salvata domenica pomeriggio da due cani bagnini della SICS, Società Italiana Cani Salvataggio, che grazie ad una convenzione stipulata con il Comune Centola garantiscono la sicurezza nei punti più sensibili del litorale, da Palinuro a Pisciotta, tutti i fine settimana, fino a settembre.Quando i labrador Igor e Luna hanno sentito l’invocazione di aiuto di Ilenia, che era finita in un vortice e non riusciva più a tornare a riva, si sono gettati immediatamente in acqua e l’hanno soccorsa. Adesso Igor e Luna sono diventati le mascotte della spiaggia e i bambini fanno la fila per avvicinarli.Di Vincenzo Rubano

Covid, Speranza: "Gli scienziati raccomandano il vaccino per tutte le fasce di età"

video "L'epidemia è il nostro presente, lo vediamo anche dai numeri crescenti al di fuori dei confini nazionali. In queste ore stiamo ragionando su quali siano le scelte migliori da fare", lo ha detto il Ministro della Salute Roberto Speranza nel corso del suo intervento intervenendo all'evento web 'Quale riforma per gli anziani non autosufficienti e le loro famiglie'. "Le riaperture sono frutto della campagna di vaccinazione, bisogna insistere su di essa con energia e determinazione. Su questo tema non possono esserci divisioni e ambiguità - ha aggiunto - Oggi i nostri scienziati raccomandano fortemente il vaccino per tutte le fasce generazionali. Dobbiamo insistere"a cura di Luca Pellegrinida youtube Cittadinanzattiva

Genova, ventennale G8: Manu Chao torna a sorpresa in piazza Alimonda con "Clandestino"

video A vent'anni dal G8 genovese del 2001, in piazza Alimonda, è tornata a risuonare la canzone simbolo di quei giorni direttamente dalla viva voce di uno degli artisti simbolo delle contestazioni di allora. Manu Chao, di ritorno a Genova in occasione del ventennale del vertice, è stato ospite a sorpresa della manifestazione organizzata per ricordare la morte di Carlo Giuliani, il giovane genovese ucciso il 20 luglio 2001. Manu Chao ha cantato "Bella Ciao" con i musicisti presenti sul palco, e poi intonato la sua "Clandestino", diventato inno di una stagione. "Un grazie a Genova, e un pensiero a chi non c'è più, - ha commentato - la storia è passata di qua, da questa piazza, e continua a farlo". di Matteo Macor e Massimiliano Salvo