Eurovision, i Maneskin vincitori atterrano a Fiumicino. Damiano sul 'caso cocaina': "Domani faccio il test e poi vediamo chi ha ragione"

video "Si sta benissimo quassù. Tira un bel vento di cambiamento. Sì, vincere il titolo ci ha dato davvero tante belle emozioni e sensazioni. Speriamo di continuare su questa lunghezza d'onda". Cosi' i Maneskin, al rientro oggi all'aeroporto di Fiumicino da Amsterdam, dopo il successo ottenuto all'Eurovision Song Contest. "Abbiamo passato la notte praticamente in bianco. Siamo riusciti a dormire solo un'oretta ma - hanno detto ridendo - siamo ancora in piedi carichi ed emozionati. Tra qualche ora, pero', probabilmente crolleremo. Bellissima poi l'accoglienza ricevuta qui in aeroporto. Ci rende davvero fieri ed orgogliosi di aver rappresentato il nostro Paese e di ricevere tutto questo feedback e calore da parte delle persone. Ricevere poi complimenti e supporto da parte dei colleghi, soprattutto da quelli con piu' esperienza - ha sottolineato Damiano -, e' molto bello perche' ti fa sentire il rispetto di chi fa il tuo stesso lavoro ma da molti piu' anni di te. Per quanto riguarda poi le accuse di aver sniffato cocaina durante la premiazione, Damiano ha quindi ribadito che e' pronto a sottoporsi al test. "Lo faro' domani mattina. Ci sara' un foglio che dira' cosi' chi ha ragione e chi ha torto". Ansa

Come funziona l'auto ibrida

video Il funzionamento dell’auto ibrida è piuttosto complesso e per svelare tutti i suoi segreti abbiamo presoin esame la nuova Range Rover Velar Hybrid Plug-in che permette di capire tutte le diverse modalità di funzionamento, da quella “elettrica” pura alle varie modalità di gestione della potenza da far arrivare alle ruote. Il pilota può scegliere il comportamento dell’auto in base ai diversi percorsi. Un semplice clic e il gioco e fatto, ma sotto la pressione di un piccolo tasto si cela un mondo di tecnologia. Eccola nel dettaglio.

Funivia Stresa-Mottarone, morto uno dei due bimbi portati in ospedale. I medici: "Non ne conosciamo le generalità"

video E' deceduto all'ospedale infantile Regina Margherita di Torino uno dei due bambini ricoverati a seguito del crollo della funivia del Mottarone. Si tratta del bambino più grande, le cui condizioni erano apparse subito gravissime. La notizia è stata data ai giornalisti da Giovanni La Valle, direttore sanitario della Città della Salute di Torino. I medici confermano che al momento del decesso del bimbo non si conoscono ancora le sue generalità, né quelle del più piccolo, sottoposto a intervento chirurgico, e lanciano un appello in tal senso.