Roma, incendio all'Infernetto, paura per le case e per la vicina pineta di Castelfusano

video Incendio all’Infernetto, quadrante sud della capitale lungo la Colombo, tra l’Eur e il mare, ma per fortuna non ci sono stati gravi danni. Intorno alle 17 del pomeriggio è andata a fuoco una vasta area di sterpaglie e vegetazione in via Lotti tra via Cilea e via Wolf Ferrari, a ridosso ma separata dalla pineta di Castelporziano.La colonna di fumo è stata ben visibile in tutto il quadrante sud della città e il largo fronte delle fiamme ha causato più di una preoccupazione tra i residenti della zona. Ma le fiamme non hanno toccato alcuna abitazione anche perchè in pochi minuti sono intervenute tre squadre della protezione Civile, una dei vigili del fuoco e un elicottero e il pericolo è rientrato.Ma il pensiero di tutti, residenti e operatori, è alla pineta di Castelfusano dove non mancano lotti abbandonati e usati come discariche di qualsiasi materiale. E sono alti i rischi di fronteggiare ancora una volta incendi e roghi come negli anni scorsi. (di Salvatore Giuffrida)

Omicidio Cerciello Rega, la deposizione di Varriale. Il legale: "Si identificarono"

video Dopo tre distinte udienze è terminata, al processo per la morte del carabiniere Mario Cerciello Rega, la deposizione di Andrea Varriale, il collega che era con lui la notte del 26 luglio a Roma. "Varriale ha ribadito che lui e Cerciello si sono identificati ai due americani come carabinieri mostrando i tesserini", ha detto il suo legale Roberto Borgogno. "E' una cosa del tutto logica: quando si è in abiti civili e si vuole fermare una persona non c'è altro modo che tirare fuori i tesserini e identificarsi". Una versione respinta con forza dalla difesa di Finnegan Lee Elder, il giovane americano che ha sferrato le undici coltellate mortali al vicebrigadiere Cerciello. "Elder, intercettato in carcere mentre parla con il padre, ha detto più volte che Cerciello e Varriale non si sono mai identificati e che non sapeva che fossero forze dell'ordine", ha replicato Roberto Capra, avvocato di Elder. Video di Francesco Giovannetti

Grecia, la denuncia di Medici Senza Frontiere: "Gli abitanti del campo di Moria tenuti in lockdown senza motivo"

video Sulle isole greche continua il lockdown per migranti e rifugiati, che vivono in condizioni spaventose nei centri di accoglienza, nonostante la vita sia tornata alla normalità sia per la popolazione locale che per i turisti. Per Medici Senza Frontiere (Msf) "una misura ingiustificata e discriminatoria", che viene rinnovata ogni due settimane nonostante la totale assenza di casi nei campi, e continua a deteriorare le condizioni fisiche e mentali delle persone. Quando il Covid-19 ha raggiunto la Grecia, oltre 30.000 richiedenti asilo e migranti vivevano nei sovraffollati centri di accoglienza come Moria (nell'isola di Lesbo) o Vathy (nell'isola di Samos), senza accesso regolare a cure mediche e servizi di base. A marzo, le restrizioni di movimento imposte per il Covid-19 hanno costretto queste persone, di cui il 55% donne e bambini, a restare chiusi nei centri, in scarse condizioni igieniche e senza alcuna possibilità di sfuggire alle crescenti violenze quotidiane. "Da oltre un anno sono testimone delle disumane condizioni di vita che le persone sono costrette a sopportare nel campo di Moria. Non è vita, ma un ciclo di miseria che peggiora di giorno in giorno", afferma Marco Sandrone, coordinatore di Msf a Lesbo. "Molti dei nostri pazienti sono vittime di traumi orrendi nei loro paesi d'origine e ne stanno vivendo un altro a Moria. Ci sono 6.000 bambini intrappolati qui, un'intera generazione la cui infanzia viene uccisa ogni giorno".  Video: Medici Senza Frontiere

Coronavirus, Sportiello (M5s) si commuove in Aula: "Necessaria giornata di memoria per le vittime"

video "È necessaria una Giornata della memoria per ricordare cosa abbiamo affrontato, cosa è stato e speriamo non accada mai più. È necessario ricordare che non è stata un'allucinazione collettiva. È necessario per elaborare questo trauma che abbiamo vissuto, questa verità ancora persa ed è necessario per ricordare su quali pilastri deve fondarsi il nostro Stato". È quanto ha detto Gilda Sportiello, capogruppo del M5S in commissione Affari sociali, intervenuta nell'Aula di Montecitorio durante la discussione generale per l'istituzione di una Giornata in memoria delle vittime di Covid. Chiudendo il suo intervento, Sportiello si è commossa. video YouTube 

Roma, operai morti in cantiere. L'ipotesi dei sindacati: "Erano imbracati ma forse non agganciati alla fune"

video "I due operai erano probabilmente imbracati per lavorare all'ultimo piano ma non crediamo fossero assicurati a una fune". Così Gianni Lombardo della Fillea Cgil, dopo il sopralluogo al cantiere di largo Ludovico Cerva a Roma, dove sono morti due operai di 29 e 53 anni. "In situazioni così delicate ci deve essere un preposto che verifichi che il lavoratore sia in sicurezza". Un primo sopralluogo degli ispettori del lavoro è stato già eseguito. Non sarebbero emerse irregolarità formali. Come indicato nel cantiere, sono stati previsti 378mila euro di oneri per la sicurezza. Video di Cristina Pantaleoni

Ex base militare di Cona, le immagini della protesta con il sindaco che chiude a chiave il cancello

video La prospettiva di veder riaperta l’ex base militare, già utilizzata in passato per ospitare anche oltre 1.500 migranti, spaventa Cona. La comunità, con il sindaco Alessandro Aggio in testa, ha organizzato alle 15 di lunedì un sit-in di protesta con la presenza di alcuni esponenti della Lega. Il sindaco e gli esponenti politici presenti hanno simbolicamente chiuso a chiave il cancello della base. LEGGI L'ARTICOLO: Migranti nell'ex base di Cona, il sindaco chiude a chiave il cancello per protesta: «No a lazzaretto Covid»

Regionali, Salvini: "Patto Conte-Grillo-Pd? Quando cercano ammucchiate, sanno di perdere"

video "In Liguria, in Puglia... Quando cercano le ammucchiate dei diversi, hanno capito che perdono". Commenta così il leader della Lega, Matteo Salvini, l'ipotesi di un patto segreto di "desistenza" alle elezioni regionali di settembre tra Beppe Grillo, Giuseppe Conte e Nicola Zingaretti per battere la destra. "Firmo oggi - ha detto a margine di un presidio della Lega nel quartiere QT8 di Milano - l'idea del fatto che alle Regionali e alle amministrative di settembre ci sarà un forte segnale di cambiamento da parte degli italiani. Quindi, possono mettersi d'accordo Conte, Grillo, Di Maio, Renzi e Zingaretti, ma non cambia nulla", ha concluso Salvini.Video di Edoardo Bianchi

Recovery fund, Conte: "Clima è cambiato, sono cautamente ottimista. Ora finalizzare"

video "Stanotte c'è stata una svolta: dobbiamo essere ancora cauti ma direi che sono cautamente ottimista". E' quanto ha detto il premier Giuseppe Conte, a margine del Consiglio europeo. "Siamo favorevoli alla condizionalitàclimatica perché i sussidi sono orientati alla svolta energetica e digitale. Mi batto fino alla fine perché lerisorse siano cospicue e favoriscano la ripresa. Non stiamo scherzando. Stiamo offrendo una risposta europea e non possiamo scherzare più. Lo dobbiamo ai nostri cittadini colpiti dalla gravità delle conseguenze della crisi: non è tempo di tergiversare".  Video: Facebook/Giuseppe Conte