Sanremo 2020, i Jackal e la verità sulla canzone di Elettra Lamborghini

video I Jackal vivono un momento alla "Ritorno al Futuro" in occasione del festival della canzone italiana. Il Fru del Futuro arriva per avvertire il Fru del Presente e Ciro che la vincitrice di Sanremo 2020 sarà Elettra Lamborghini: un fatto che causerà un "paradosso astrale". Ecco perché i due corrono dalla concorrente del festival per convincerla a cambiare il brano presentato in concorso: il divertente video girato insieme a Elettra Lamborghini è stato condiviso sulla pagina Facebook dei Jackal  Video Facebook / The Jackal

Sanremo 2020, Tosca: "Devi prima essere forte, sono fiera della mia canzone"

video "I primi 20 secondi ho pensato: ma chi me l'ha fatto fare? Sanremo è un palco strano che ti sospende, poi quando inizi a cantare non pensi più. È come con la Nazionale di calcio, quando vedi tirare un rigore...": Tosca racconta la sua esperienza al Festival, con il brano 'Ho amato tutto', tra i favoriti. "È una canzone con delle cose da dire, io cercavo qualcosa del genere. Per me così deve partire: non devi prima creare l'armatura e poi andare a combattere, devi prima essere forte. Sono fiera". Intervista di Ernesto AssanteVideo di Francis J. D'Costa

Prescrizione, Davigo: "Premia i giudici lavativi a discapito di quelli che lavorano"

video "Uno dei difetti che ha la prescrizione è quello di premiare i giudici lavativi a discapito di quelli che lavorano". Con queste parole il consigliere del Consiglio Superiore della Magistratura, Piercamillo Davigo, ha espresso le proprie perplessità in merito alla legge sulla prescrizione, a margine dell’evento 'la giustizia a servizio del cittadino', che ha avuto luogo all’interno di Villa Reale a Monza. "Se vogliamo avere pochi processi bisogna rendere poco conveniente ai colpevoli di andare a giudizio, dovrebbero avere conseguenze serie e gravi e queste conseguenze in Italia non ci sono e infatti pochissimi patteggiano", ha concluso il consigliere togato del Csm. di Edoardo Bianchi

Torino, manifestazione antifascista: centinaia in piazza con la farfalla gialla

video "Sono qui per dire da che parte sta la citta'". Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, che oggi pomeriggio in piazza Carignano ha partecipato alla manifestazione antifascista "Veniteci a prendere". L'evento e' stato organizzato dopo le recenti scritte antisemite e razziste comparse nel Cuneese e nel Torinese. Fra i presenti anche lo storico Eric Gobetti, che di recente ha ricevuto delle minacce per alcuni suoi studi sulle foibe, con le destre che lo accusano di negazionismo. di Alessandro Contaldo

Roma, motorino in fiamme in via Colombo, traffico bloccato

video Intorno alle 19.40 di sabato 8 febbraio un motorino Honda SH è andato in fiamme all'angolo tra via Cristoforo Colombo e Circonvallazione Ostiense. I due uomini a bordo hanno notato fiamme sotto la sella: si sono fermati al semaforo tra le due vie, sono scesi e si sono accorti che effettivamente il loro mezzo stava andando a fuoco. "Abbiamo chiamato i vigili del Fuoco, speriamo intervengano presto, sono passati venti minuti dalla chiamata". Nel frattempo sono arrivate due macchine dei carabinieri: una di queste ha bloccato il traffico che proveniva sulla Colombo, nella corsia di destra, dalle Terme di Caracalla: il motorino rischiava infatti di esplodere. Poi sono arrivati i vigili del Fuoco che hanno spento le fiamme. (di RORY CAPPELLI)Cronaca di Roma

Roma, Calenda: "Io candidato sindaco? Ora concentrato su Azione, vedrei bene Walter Tocci"

video Si è svolto nella capitale d'Italia "Direzione Roma", forum organizzato dall'agenzia di stampa Dire per lanciare il percorso che porterà alle prossime elezioni amministrative romane, che ha messo a confronto il leader di Azione Carlo Calenda e l'ex vicepresidente della giunta regionale Massimiliano Smeriglio. "Io candidato sindaco? In questo momento sono concentrato su Azione - ha detto Calenda -. Questo non vuol dire che ignoriamo quello che sta accadendo a Roma, una città fuori controllo, all'estero la capitale di Italia è ormai considerata Milano". "Presto per parlare di nomi, prima dobbiamo disegnare il campo di gioco", ha aggiunto Smeriglio. Entrambi comunque si sono detti contrari a un'ipotesi di alleanza che comprenda il M5s. "L'esperienza Raggi è stata fallimentare, è arrivato un tsunami che ha rottamato la città", ha spiegato Smeriglio. "Riesce il Pd, che è la forza chiave, ad identificare qualcuno per fare questo lavoro? - si è chiesta Calenda -. Ma non qualcuno che non ha l'esperienza necessaria. Per me si potrebbe chiedere a Walter Tocci che è bravo". di Francesco Giovannetti

Sanremo 2020, Morgan su Bugo: "Mi si sento vilipeso, Bugo è un dilettante e il suo management è fatto di farabutti"

video "Nella canzone non ho fatto nulla di conseguenza ho chiesto a Bugo il permesso, ed è paradossale che io chieda il permesso a qualcuno di fare una musica sul palco dove mi hanno preso, io ho sempre scelto gli accordi... è assurdo, hanno preso Bugo perché io ho messo la mia faccia e gli ho fatto questo favore adesso che se è entrato comincia a dire 'tu non fai?'", si è sfogato Morgan in conferenza stampa. "Hanno anche detto 'ora Morgan deve andare fuori dai co****oni' e sono arrivati a togliermi la stanza d'albergo... ma chi è questa gentaglia? Sono dei farabutti! Vengono a dirmi 'io sono il manager dell'artista'... mi hanno fatto mobbing, io sono vilipeso come lavoratore, come artista, non vi dico nemmeno i nomi perché sono un gentiluomo... il regolamento diceva che se Morgan fosse andato via Bugo sarebbe andato avanti da solo... avete capito? Ma Bugo da solo non regge, sul palco da solo soffriva... lui la canzone di Endrigo l'ha vioentata. È un dilettante". Video di Francis J. D'Costa

Sanremo 2020, Bugo su Morgan: "Canzone e testo sono miei. Insulti irripetibili prima di salire sul palco"

video Dure le polemiche che seguono l'esclusione dal festival di Sanremo di Bugo e Morgan (avvenuta per l’abbandono di Bugo del palco venerdì sera mentre Morgan cantava il loro brano con parole diverse). "La canzone è mia, non sua come ha detto", spiega Bugo nella sua conferenza stampa. Poi racconta i retroscena della lite dietro le quinte, l’aver scoperto delle modifiche al testo solo in scena, e di aver abbandonato il palco "senza pensare alle conseguenze, in quel momento mi sembrava l’unica scelta possibile". "Morgan è una persona che ha bisogno di aiuto - aggiunge il presidente di Mescal Valerio Soave, che in passato ha lavorato anche con Morgan e oggi è accanto a Bugo - l’ultimo mese è stato molto difficile, ha creato problemi con l’arrangiamento della cover presentandone all'orchestra molte diverse. E pochi giorni prima dell’avvio ci ha persino chiesto dei soldi per partecipare al festival. Potrei denunciarlo, ma non voglio farlo per amicizia" Video di Giulia Destefanis