Metropolis/178 Grandi Fratelli - La sfida di Meloni, il disastro di Letta e Salvini. Ospiti: Carone, Emiliano, Fratoianni, Massini, Rampelli e Trevi. Con Aloia, Macor e Molinari (integrale)

video L'Italia (e l'Europa) di Fdi e la grana Salvini. Il duello in vista tra Bonaccini e Schlein al vertice Pd. Oggi a Metropolis l'analisi dei flussi elettorali e la riflessione sulla crisi di Pd e Lega e sulla tenuta del "partito di Conte". Oggi a Metropolis, in studio ci sono Stefania Aloia, Maurizio Molinari e Martina Carone (YouTrend). In collegamento: Michele Emiliano (Pd), Nicola Fratoianni (Si) e Fabio Rampelli (FdI), Stefano Massini e Emanuele Trevi. Conduce Gerardo Greco Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Gli esclusi e i vincenti: volti e sorprese nella corsa al Parlamento

video L'unico eletto che si era presentato nella lista di Di Maio è una figura storica della Dc, la roccaforte (ormai ex) rossa di Sesto San Giovanni ha fatto vincere la figlia dello storico leader missino sul figlio di un deportato ad Auschwitz. I due volti simbolo delle contrapposte battaglie per le famiglie tradizionali e le unioni civili sono stati entrambi bocciati. E la diversa sorte di esperti Covid e complottisti. Una carrellata su cosa ci hanno riservato le urne delle elezioni politiche

Metropolis/178 - Elezioni, Trevi: "Perché vedo un gran futuro taoista per il Pd"

video Emanuele Trevi, scrittore vincitore del Premio Strega 2021 e intellettuale di sinistra, interviene a Metropolis per cercare il lato positivo nonostante la sconfitta alle urne del Partito Democratico: "Questo è un momemnto straordinario per la sinistra, sono ottimista. Quando una forza avversa prevale ci sono anche i germi del futuro". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/178 - Elezioni, Molinari: "Ha vinto la protesta, servono idee nuove contro le diseguaglianze"

video La vittoria di Giorgia Meloni era annunciata, ora è tempo di bilanci. Per il direttore di Repubblica, Maurizio Molinari, il risultato delle urne riguarda "qualcosa di più grande della sinistra o della vittoria di FdI": "È la dinamica del populismo - spiega a Metropolis - che dopo cinque anni di Lega e 5s non si è fermata, ma si è fatta più grande. Ci sono ferite ingestibili, il rischio è che Meloni non ce la faccia e che tra cinque anni vinca Paragone. Chi si occupa delle diseguaglianze oggi?". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

M5s, Conte: "Letta cerca capri espiatori, si assuma le sue responsabilità"

video "Letta oggi ha puntato il dito contro di me in modo esplicito ed univoco. Quando c'è una sconfitta, come nel caso del Pd, è bene che un leader non cerchi capi espiatori a cui addossare la responsabilità". Così il presidente del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte, nel corso di una conferenza stampa alla Camera, ribatte alle parole del leader dem pronunciate l'indomani della sconfitta elettorale. "Non voglio entrare nelle dinamiche del Pd - ha dichiarato Conte -, vorrei però ricordare che Letta ha accettato col Pd di metterci un dito negli occhi, inserendo una norma su un inceneritore nel dl aiuti e sconfessando quanto fatto insieme". "Con l'agenda Draghi - ha incalzato Conte - Letta ha venduto un progetto politico che non c'era. Come avevamo detto in campagna elettorale non ci sarà alcun dialogo. Non è una questione personale con Letta o di gruppo dirigente ma di un'agenda: bisogna capire che Pd verrà fuori dal confronto interno che ci sarà, all'esito di quello vedremo se ci saranno le condizioni per riallacciare il dialogo".di Andrea Lattanzi

Metropolis/178 - Elezioni, Massini sul campo largo: "Qualcuno ha preferito Meloni all'accordo"

video Nella copertina di Metropolis l'attore e scrittore Stefano Massini critica le scelte della sinistra di fronte all'inevitabile vittoria di Giorgia Meloni: "Berlusconi ha messo insieme An e Lega nel 1994, era davvero impossibile fare un accordo tra Renzi e Fratoianni? Qualcuno ha semplicemente scelto di non farlo". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Bonino a Calenda: "Ipocrita dispiacersi adesso". E Della Vedova chiede riconteggio schede

video "Il nostro risultato politico ha dello straordinario. Purtroppo ci siamo fermati a un 2,95%", così il segretario Benedetto Della Vedova, commentando l'esito delle urne che vede +Europa restare fuori per circa diecimila voti. "Si tratta di pochi voti e per questo chiederemo un riconteggio delle schede, ha aggiunto". Emma Bonino invece manda un messaggio a Calenda: "C'è chi si dispiace del risultato, un po' tardi e in modo un po' ipocrita, perché a meno che non sia completamente scemo sapeva perfettamente cosa sarebbe successo", sottolinea Emma Bonino in collegamento, riferendosi alle scelte di Carlo Calenda.Di Luca Pellegrini

Isabella De Monte (Terzo polo): "Azione e Italia viva partito unico? Sì, ma ci vorrà tempo"

video Isabella De Monte, segretaria regionale di Azione e nuova deputata alla Camera, nel commentare i numeri delle elezioni politiche definisce "gratificante" il risultato ottenuto da Terzo polo. E nell'affrontare il tema di un prossimo partito unico fra la stessa Azione e Italia viva, afferma: "Si va in questa direzione, ma al momento è presto per definire tempi e modi" (intervista di Mattia Pertoldi).