Iran, altra struggente versione di Bella ciao: l'inno della protesta per Mahsa Amini emoziona

video Altra struggente versione di Bella ciao, diventata l'inno delle proteste dopo la morte di Mahsa Amici, uccisa dopo essere stata fermata dalla polizia perché non indossava correttamente il velo. Questo nuovo, emozionante, canto di rivolta è delle due giovanissime sorelle musiciste Samin e Behin Bolouri, voce e chitarra, e ha fatto più di 40mila visualizzazioni su YouTube e SoundCloud e 80 mila su Spotify. Oggi durante le manifestazioni di protesta è stata uccisa Hadith Najafi, "la ragazza della coda" diventata simbolo della protesta.  .

Il professor Luminoso ha votato a Pordenone: "Dal 1946 mai perso un'elezione"

video Angelo Luminoso, classe 1922, a Pordenone è un’istituzione. È stato docente di lettere e preside del liceo classico Leopardi. A dicembre compirà 100 anni, ma la sua memoria rimane cristallina e domenica 25 settembre 2022, come sempre quando la Repubblica chiama, si è recato al seggio 6, in viale Trieste, per esprimere il suo voto. «È un dovere farlo. Io appartengo a una generazione che arrivava da vent’anni di regime fascista... Ricordo che nel 1946 partii da Palermo, dove studiavo alla facoltà di lettere, e tornai al mio paese, Licata (in provincia di Agrigento), facendo un lungo viaggio in treno, per votare». All’epoca «ero incerto, ma alla fine votai per la Repubblica, anche se in Sicilia vinse la monarchia».

Elezioni, Berlusconi ai simpatizzanti: "Paura della meloni? Eh... un po'"

video Berlusconi ai simpatizzanti: "Paura della meloni? Eh... un po'"Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dopo il voto a Milano, si è trattenuto con alcuni elettori di Forza Italia in un locale del centro per un breve aperitivo in compagnia della compagna Marta Fascina. E a chi gli ha chiesto se avesse paura dell'alleata di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, il leader forzista ha risposto: “Eh… un po’ ce l'abbiamo”. Di Edoardo Bianchi e Daniele Alberti

Inaugurato a Udine il Parco Rifugio per cani e gatti intitolato ad Ada Malignani

video La grande attenzione e "la grande sensibilità nei confronti degli animali che la comunità del Friuli Venezia Giulia dimostra, assieme a una concreta sinergia tra mondo del volontariato e le istituzioni, ha permesso la realizzazione una struttura per l'accoglienza per cani e gatti tra le più importanti del Nordest". È il concetto espresso dal vicegovernatore del Fvg, Riccardo Riccardi, intervenuto domenica 25 settembre all'inaugurazione del nuovo Parco rifugio dell'Ente nazionale protezione animali (Enpa) di Udine, intitolato alla memoria di Ada Malignani. Don Paolo Brida ha provveduto alla rituale benedizione degli animali.

Deva Cassel come mamma Monica Bellucci alla sfilata di Dolce&Gabbana

video Durante la sfilata per la SS23 di Dolce&Gabbana per la Milano Fashion Week, una delle modelle non è passata inosservata: si tratta di Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci e Vincent Cassel. Un volto noto tra gli amici del brand del lusso italiano visto che ne è testimonial ormai da qualche anno, ma l’effetto che si è avuto vedendola sfilare è stato quello di un passaggio di testimone tra mamma Monica, seduta orgogliosamente in prima fila, e lei. Deva per l’occasione ha calcato la passerella vestita di lingerie in pizzo nero e una collana con maxi crocifisso d’oro che hanno valorizzato la bellezza della giovane figlia d’arte.

I mezzi gonfiabili Russi per ingannare i droni Ucraini

video Vecchi metodi, nuove tecnologie. L’esercito russo ha messo in mostra le “fake weapon” che stanno venendo schierate in Ucraina. Sono sagome gonfiabili del camion con il centro comando mobile di una batteria missilistica S-300 e di un elicottero MI-8. Forma e dimensioni sono identiche a quelle dei mezzi veri: lo scopo è quello di ingannare i droni da ricognizione ucraini, spingendo gli avversari a dirigere il tiro di cannoni e razzi HIMARS contro questi bersagli, in apparenza pregiati ma in realtà falsi. Anche le truppe di Kiev dall’inizio del conflitto usano trucchi simili, costruendo copie di legno delle armi più importanti.Di Gianluca Di Feo

Deva Cassel come mamma Monica Bellucci: alla sfilata per Dolce&Gabbana sfila in lingerie

video Durante la sfilata per la SS23 di Dolce&Gabbana per la Milano Fashion Week, una delle modelle non è passata inosservata: si tratta di Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci e Vincent Cassel. Un volto noto tra gli amici del brand del lusso italiano visto che ne è testimonial ormai da qualche anno, ma l’effetto che si è avuto vedendola sfilare è stato quello di un passaggio di testimone tra mamma Monica, seduta orgogliosamente in prima fila, e lei. Deva per l’occasione ha calcato la passerella vestita di lingerie in pizzo nero e una collana con maxi crocifisso d’oro che hanno valorizzato la bellezza della giovane figlia d’arte.

Il regista premio oscar Farhadi con le donne iraniane: "Sono coraggiose, appoggiate le loro lotte"

video Il regista di "Una separazione" e de "Il cliente" invita gli artisti di tutto il mondo a "supportare le donne e gli uomini coraggiosi dell'Iran" dopo la morte di Mahsa Amini. Questo il testo del suo appello:Sono Asghar Farhadi, il regista. Avrete sentito le recenti notizie dall’Iran e visto le immagini di donne progressiste e coraggiose che guidano le proteste per i loro diritti umani insieme agli uomini. Vogliono diritti semplici ma fondamentali che lo Stato nega loro da anni. Questa società, in particolare queste donne, hanno attraversato un percorso duro e doloroso fino a oggi e ora hanno raggiunto con chiarezza un momento epocale.Le ho guardate da vicino in queste notti. La maggior parte di loro è molto giovane: diciassette, venti anni. Ho visto indignazione e speranza nei loro volti e nel modo in cui marciavano per le strade. Rispetto profondamente la loro lotta per la libertà e il diritto di scegliere il proprio destino nonostante tutta la brutalità a cui sono soggette. Sono orgoglioso delle donne forti del mio Paese e spero sinceramente che attraverso i loro sforzi possano raggiungere i loro obiettivi.Con questo video invito tutti gli artisti, i registi, gli intellettuali, gli attivisti per i diritti civili di tutto il mondo e di tutti i Paesi, e chiunque creda nella dignità umana e nella libertà, a supportare le donne e gli uomini coraggiosi dell’Iran girando video, scrivendo testi o in qualsiasi altro modo.Si tratta di responsabilità umana e non può che rafforzare ulteriormente la speranza degli iraniani di raggiungere il monumentale obiettivo che si prefiggono qui, il Paese in cui senza dubbio le donne saranno pioniere delle trasformazioni più significative. Per un domani migliore.Video  instagram Asghar Farhadi,