Metropolis/144 - Il gran premier. Il gioco delle alleanze: chi va con chi? Ospiti: Cappato, Gasparri, Malpezzi, Massini e Pregliasco. Con Bei, Monda, Moual, Macor e Tonacci (integrale)

video Toni e scivoloni di una campagna elettorale d'estate appena cominciata e che già si incaglia sul nome del futuro premier. Per molti dem Letta è il candidato naturale, così per i Fratelli d'Italia la leader Meloni. Ma non c'è unità nel centrodestra né nel centrosinistra. Mentre si autocandida Calenda. Intanto continuano gli sbarchi, i migranti nell'hotspot di Lampedusa sono allo stremo e Salvini e Meloni attaccano con gli slogan contro gli sbarchi. Oggi a Metropolis il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, la capogruppo Pd al Senato Simona Malpezzi, Marco Cappato (l'attivista di Associazione Cappato e Eumans che vuole raccogliere firme digitali per una sua lista) e il sondaggista Lorenzo Pregliasco (YouTrend). In collegamento da Lampedusa Fabio Tonacci; da Tangeri Karima Moual, da Sestri Levante Matteo Macor, autore di un videoreportage dalla spiaggia; da Montecitorio Gabriele Rizzardi. La copertina è di Stefano Massini. In studio con Gerardo Greco Francesco Bei e Antonio Monda. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/144 - Migranti, l'inviato nell'hotspot di Lampedusa: "Pochi controlli Covid e mancano i trasporti"

video L'inviato di Repubblica Fabio Tonacci dall'hub di Lampedusa racconta a Metropolis le condizioni disumane in cui stanno vivendo i migranti ormai in grande sovrannumero: la capienza è di 3-400 posti, ma dopo gli ultimi arrivi siamo a oltre 1200 presenze. Con la ex sindaca Giusy Nicolini, Tonacci mette a fuoco le emergenze: non vengonpo più distribuiti i kit igienico-sanitari, mancano i tamponi Covid e non ci sono trasporti per distribuire dal primo punto di accoglienza i migranti anche in altre regioni.

Metropolis/144 - Elezioni, Cappato alla caccia di 60mila firme: "Ecco perché scendo in campo"

video Marco Cappato, tesoriere dell'Associazione Coscioni e fondatore di Eumans, a Metropolis spiega perché ha scelto di lanciare una sua lista, anche se ancora non si può parlare di candidatura vera e propria. "Lo faccio per la democrazia, per chi ha firmato i referendum e non è mai stato ascoltato. Ma è impossibile per chi è fuori dal Parlamento raccogliere tutte le firme necessarie in cartaceo in tempo. Ho scritto a Draghi per poterle ricevere anche in digitale, con lo Spid". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/144 - Elezioni, Malpezzi (Pd): "Porti chiusi di Meloni rendono l'Italia più povera, non più sicura"

video Simona Malpezzi, presidentessa dei senatori Pd, commenta a Metropolis il programma elettorale della destra sovranista: "Meloni parla di confini sicuri, ma le sue politiche ci isolerebbero. Noi vogliamo un Paese aperto dentro l'Europa, con politiche migratorie da decidere insieme". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/144 - Sestri Levante, tra gli elettori in spiaggia: "Se un politico viene qui lo mando via"

video A Metropolis il reportage di Matteo Macor da Sestri Levante (Genova) sulla campagna elettorale estiva appena cominciata tra spiaggie affollate e demotivate e sezioni Pd aperte e motivatissime. Tra i messaggi degli elettori: "Il Pd deve lasciar perdere i 5stelle". "Toti e Letta? Insieme possono stare bene". "Il centro-sinistra faccia un programma prima di venire sotto l'ombrellone". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/144 - Elezioni, Gasparri (FI): "Gelmini, Brunetta e Carfagna andranno a fare la stampella del Pd"

video Il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, a Metropolis fa una previsione su cosa succederà da ora al giorno del voto: "Letta farà un accordo con Calenda che non piacerà alla sinistra identitaria, che quindi andrà con i 5s. Ecco che la destra si prepara a governare il Paese". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

"War games" a Taiwan, simulato un attacco cinese via mare

video Ai 'war games', le piu' grandi esercitazioni che si svolgono ogni anno a Taiwan, e' stata simulata l'intercettazione di attacchi cinesi dal mare mentre il presidente Tsai Ing-wen, che osservava a bordo di un cacciatorpediniere, salutava la "determinazione" dell'esercito. Nel secondo giorno delle esercitazioni di guerra annuali dell'isola, Tsai e' salito a bordo del cacciatorpediniere Kee Lung per supervisionare un'esercitazione a fuoco al largo della costa orientale di Taiwan. Aerei da combattimento e navi da guerra hanno fatto partire vari tipi di missili volti a intercettare ipotetiche navi nemiche. Sono stati lanciati anche razzi anti-sottomarino e bombe di profondita' e un sottomarino di classe Sword Dragon di costruzione olandese si e' esercitato in una risalita di emergenza.Video Ansa

Energia, Cingolani: "L'Italia dovrà risparmiare almeno il 7% del gas"

video "Abbiamo stabilito un regolamento per il risparmio di gas quantificato sul 15%, prima su base volontaria, e che poi, in caso di emergenza energetica, può diventare obbligatorio". Così il ministro italiano per l'energia, Roberto Cingolani, nel descrivere il piano di risparmio di gas Ue in vista dell'inverno, che si estende "per un periodo che va dal primo agosto al 31 marzo". "Il 15% è stato calcolato in base alle condizioni locali di ogni singolo Paese. Per l'Italia, quindi, si parla nello specifico di un 7% circa rispetto alla media del gas annuale degli ultimi cinque anni", ha aggiunto il ministro. Il ministro Cingolani ha sottolineato come l'Italia abbia già previsto, al momento del suo piano di differenziazione del gas, un programma di risparmio "che è uguale o superiore a questo 7%", evidenziando come il Paese sia già in linea con le richieste Ue. "Il secondo passaggio dell'Ue sarà capire come distribuire il gas a livello europeo ai Paesi con più bisogno", ha concluso.Video Ansa

Giorgia Meloni e il "barone nero", il capo della "lobby nera" condannato per apologia di fascismo e odio razziale

video Sfilano insieme in corteo nei quartieri ad alta densità di immigrati dove lui dice "siamo bianchi e cristiani e questa è la nostra identità" e lei rilancia "sono scesi cinque rom a dire ai cittadini guardate che controlliamo cosa fate". Brindano e scherzano all'esterno di un locale e si tengono a braccetto. "Grazie Roberto", dice Giorgia. Eccoli, in questo video, Giorgia Meloni e il "barone nero" Roberto Jonghi Lavarini, il neonazifascista candidato nel 2018 da FdI, già condannato a due anni di reclusione per apologia di fascismo aggravata dall'odio razziale e ritenuto il capo della "lobby nera" sulla quale, dall'ottobre scorso, indaga la Procura di Milano. Nelle immagini – siamo nel 2017-2018 - la leader di FdI e Jonghi Lavarini sembrano avere un rapporto di consuetudine. Insieme a loro, si riconoscono Carlo Fidanza – anche lui indagato come Jonghi nell’inchiesta "lobby nera" - e Ignazio La Russa.Di Paolo BerizziVideo Youtube

L'avvistamento dei cetacei, un mestiere difficile

video La cetologa del WWF Laura Pintore spiega come avviene la raccolta dati per la ricerca sui cetacei e perché il Mediterraneo è un hotspot di biodiversità per i mammiferi marini. Un hotspot di cui ancora si sa troppo poco e che è a rischio a causa del cambio climatico e della scarsa tutela delle zone protette. A cura di Cristina Nadotti, realizzato da Emanuele Quartarone per la campagna GenerAzioneMare di WWF ItaliaRealizzato da Emanuele Quartarone per la campagna GenerAzioneMare di WWF Italia