Israele: le prime immagini della sparatoria a Bnei Brak filmate dai presenti

video È di cinque morti almeno, al momento, il bilancio della sparatoria registratasi nella città di Bnei Brak, situata a est di Tel Aviv, in Israele. Un uomo su una motocicletta ha sparato sui pedoni in almeno due punti della città prima di essere "neutralizzato" dalle forze di polizia in quello che assomiglia, quantomeno nella dinamica, a un attacco terroristico. Ecco le prime immagini filmate dai cittadini presenti che si sono diffuse su social e app di messagistica pochi istanti dopo la sparatoria Segui gli ultimi aggiornamenti.

Armi, Conte a colloquio con Draghi: "Siamo partito di maggioranza, abbiamo diritto a essere ascoltati"

video "Non metto in discussione gli accordi con la Nato, ma pensare di aumentare la spesa militare ora è improvvido. Le priorità degli italiani sono altre", così il presidente del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte, al termine del colloquio con il premier Mario Draghi a Palazzo Chigi. "Mi vogliono spingere su una posizione di contrapposizione al Governo, o addirittura di innescare una crisi - ha aggiunto - Noi siamo un partito di maggioranza relativa e abbiamo diritto a essere ascoltati. Se ci sono questioni nuove, dobbiamo parlarne e la nostra opinione deve valere".Di Luca Pellegrini

Il lupetto della Roma vola in MotoGp sul casco di Fabio Di Giannantonio

video La Roma vola in MotpGp, stringendo una partnership con il pilota del team Gresini Racing Fabio Di Giannantonio. Romano e romanista, il ducatista correrà sui circuiti del Motomondiale con un casco su cui campeggerà il e Lupetto simbolo della squadra giallorossa. Di Giannantonio diventa ambassador del club nel mondo della MotoGP e sarà protagonista di eventi e contenuti con i calciatori della Roma: un accordo sugellato, ovviamente, con l'incontro e la stretta di mano con José Mourinho.video As Roma

Metropolis/60 - Ucraina, cercare la Kiev. Con Elisabetta Trenta, Gianni Vernetti e Roberto Weber (integrale)

video Come valutare la prima giornata di colloqui tra le delegazioni russa e ucraina a Istanbul. Perché la Russia ritira le sue truppe da Kiev e cosa intende con "liberazione del Donbass", l'obiettivo annunciato dal ministro della Difesa Shoigu. In che scenario si svolgerà il consiglio atlantico del 6 e 7 aprile: chi è disposto davvero ha tagliare i rifornimenti di energia russa. Che posizione sta prendendo la Cina sul conflitto. E, restando all'Italia, quale destino per il decreto Ucraina, si arriverà alla fiducia? Proprio questo pomeriggio l'incontro Draghi-Conte. A Metropolis oggi ne parliamo con l'ex ministra alla Difesa Elisabetta Trenta e il sondaggista Roberto Weber. In studio Alessandro De Angelis e Gianni Vernetti. Da Mikolaev, Corrado Zunino.

Metropolis/60, ex-ministra Trenta: "Se Putin all'angolo, potrebbe usare armi tattiche nucleari"

video Il nuovo sondaggio Ixé di Roberto Weber registra un calo di timori negli italiani. Negi ultimi 20 giorni scende da 17,3% a 12,5% punti la percentuale di persone che ritiene elevato il rischio di un'escalation atomica del conglitto russo-ucraino. "La guerra di terra paradossalmente tranquillizza", spiega Weber a Metropolis. Ma la ex ministra della Difesa Elisabetta Trenta la vede diversamente: "Se Putin continuerà a registrare sconfitte militari e si sentirà messo all'angolo, potrebbe puntare all'utilizzo di armi tattiche nucleari. Lo prevedono i protocolli militari russi".