Papa Francesco con Bono Vox all'Università Urbaniana, il pontefice ancora in sedie a rotelle

video Papa Francesco alla Pontificia Università Urbaniana per lanciare il movimento internazionale di Scholas Occurrentes. Bergoglio è arrivato in sedia a rotelle per il dolore al ginocchio per il quale i medici gli hanno consigliato di non camminare. C'è anche la rockstar Bono Vox, che da tempo sostiene la missione educativa di Scholas OccurrentesLEGGI L'ARTICOLOAnsa

Metropolis/96 Live - Ucraina, vigili sul fuoco. Con la vicepremier Stefanishyna, Celestini, Lagioia, Molinari e Vernetti (integrale)

video Il piano per la tregua a l'informativa di Draghi alle Camere sull'Ucraina. L'emergenza alimentare legata al blocco del grano nei porti. Lo stato dell'arte della maggioranza. Il Salone de Libro che ritorna in carne e libri a Torino. Oggi a Metropolis la vicepremier ucraina Olga Stefanishyna (intervistata da Giulia Santerini), il direttore di Repubblica Maurizio Molinari, lo scrittore e direttore artistico del Salone Nicola Lagioia. Con una riflessione finale e letture di Ascanio Celestini. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Aggiornamenti dall'Ucraina in tempo realeIscriviti alla Newsletter

Intrappolato sul montascale al Circo Massimo: "Vergogna, i disabili per voi non esistono"

video La protesta (l'ennesima) di Dario Dongo, intrappolato nella sua carrozzina sul montascale della fermata Circo Massimo della metropolitana. Impossibilitato a muoversi di lì, perché non funziona il trasporto al piano di sotto, dove è possibile prendere la metropolitana. "Al Sindaco, ai dirigenti Atac, agli assessori comunali del sociale e dell'inclusione, responsabili di un'interruzione di pubblico servizio che è sistematica, io dico vergogna: i disabili per voi non esistono". a cura di Rory CappelliVideo Facebook - Dario Dongo

Ol'ha Stefani?yna

video I negoziati e lo scambio di prigionieri, i crimini di guerra ma soprattutto le violenze sulle donne usate come arma che costa meno delle bombe ma distrugge il morale di un popolo. Le sanzioni che non sono ancora decisive. La vita libera e privata perduta. Olga Stefanishyna, avvoata vicepremier ucraina si racconta a Giulia Santerini per Metropolis a 85 giorni dall'inizio dell'invasione russa