Iran, il Boeing ucraino è stato colpito da due missili: il nuovo video

video Il Boeing ucraino abbattuto per errore dalle forze iraniane sopra i cieli di Teheran sarebbe stato colpito non da uno, ma da due missili. Lo dimostrano queste immagini esclusive verificate dal pool investigativo del New York Times e postate sui social da Babak Taghvaee, giornalista, esperto di questioni militari e corrispondente di Bbc news: i due missili terra-aria sono stati lanciati a distanza di poco più di 20 secondi l'uno dall'altro. Le riprese della telecamera di sicurezza mostrano anche il momento dell'impatto con l'aereo della Ukraine International Airlines. La data impressa sul monitor non corrisponde al giorno dell'abbattimento a causa - è stato spiegato - di un settaggio non corretto dell'impianto di registrazione. Secondo il giornalista, la notte dell'8 gennaio era stato emesso "l'ordine di abbattere qualsiasi bersaglio volante proveniente da sud-sud est rispetto alla base missilistica iraniana. Il video", aggiunge Babak Taghvaee, "mostra il lancio di due missili 9M331 contro il volo PS752".Video Twitter: Babak Taghvaee

A Padova la manifestazione per la pace

video Centinaia di persone hanno risposto all'appello e hanno preso parte alla manifestazione per la pace (e senza simboli di partito) in piazza Duomo a Padova promossa da un gruppo di studenti dopo l'uccisione in un attentato del generale Soleimani e l'avvicinarsi del tornado della guerra sulle sponde del Mediterraneo Video di Nicola BianchiNicola Bianchi

Mafia, maxi truffa all'Unione europea. Finanziamenti milionari per terreni fantasma

video Per anni, l’Unione Europea ha pagato ai boss siciliani milioni di euro di contributi per lo sviluppo dell’agricoltura su terreni fantasma. E’ una truffa colossale quella scoperta dalla Guardia di finanza e dal Ros nell’ambito di un’indagine della direzione distrettuale antimafia di Messina coordinata dal procuratore Maurizio de Lucia. Sono 94 le misure cautelari scattate all’alba: fra i 48 finiti in carcere, lo stato maggiore di due storiche cosche della mafia di Tortorici, il cuore del Parco dei Nebrodi, i “Bontempo Scavo” e i “Batanesi”; fra i 46 ai domiciliari, ci sono anche un insospettabile notaio e una trentina di dipendenti dei Centri di assistenza agricola. L'ARTICOLO di Salvo PalazzoloVideo guardia di finanza Messina

Torino, fallisce la mediazione tra Davide Casaleggio e il giornale "L'incontro" di Bruno Segre

video "La mediazione e' fallita per impossibilita' tecniche e le parti hanno ribadito la loro posizione". Cosi' i legali del giornale torinese 'L'Incontro' al termine dell'udienza di mediazione, oggi, a Torino, dopo la decisione di Casaleggio di intentare una causa civile per la pubblicazione di un articolo sull'associazione Rousseau". Abbiamo potuto liberamente esprimere il nostro punto di vista - ha detto Bruno Segre che ha fondato il giornale nel 1949 - vediamo la prossima tappa cosa ci aspetta. Quello che voglio dire e' che L'Incontro e' nato proprio per ospitare posizioni contrastanti affinche' i lettori potessero formarsi un'opinione". Video di Ottavia Giustetti

Harry e Meghan in Canada, Trudeau: "Discussioni in corso, ma i reali qui sono apprezzati"

video Il primo ministro canadese Justin Trudeau, in un'intervista a Global news, ha dichiarato che ci saranno "molte discussioni" sulla scelta di Harry e Meghan di trascorrere del tempo in Canada. La regina Elisabetta ha infatti confermato che i reali inizieranno un "periodo di transizione" che li vedrà dividere il loro tempo tra la Gran Bretagna e il Canada per cercare uno stile di vita meno gravato dai doveri reali e anche per porre fine alla loro dipendenza dai finanziamenti pubblici. Durante il suo intervento, Trudeau ha detto che finora il governo canadese non è stato coinvolto direttamente, ma ha confermato che, qualora i reali decidessero di vivere in Canada, dovranno prima essere discussi molti dettagli. A cominciare dalla loro sicurezza e dalle relative spese: "Ci sono delle riflessioni in corso e quello delle spese per la sicurezza è sicuramente uno dei temi su cui si sta riflettendo", ha detto il primo ministro.  Video: Reuters

Funerale Giampaolo Pansa, Damilano: "Aveva il dono del racconto"

video Si sono svolti a San Casciano dei Bagni (Siena) i funerali del giornalista e scrittore Giampaolo Pansa, morto domenica sera a Roma all'età di 84 anni. Gremita la collegiata di San Leonardo e Cassiano, presenti oltre ai familiari, molti cittadini, i sindaci di San Casciano dei Bagni, Agnese Carletti e di Casale Monferrato Federico Riboldi, oltre ad alcuni colleghi di Pansa tra cui Maurizio Belpietro, Luca Telese, Marco Damilano e Emilio Giannelli. Il direttore de l'Espresso Marco Damilano lo ha ricordato così: "Da oggi possiamo continuare a tenerlo con noi con quello che è stata la sua vita, cioè i suoi articoli, i suoi libri, la sua scrittura. In chiesa è stato detto che gli è stato dato il dono del racconto, mi piace ripeterlo". Video di Giulio Schoen

A Torino il museo "Gallerie d'Italia" dedicato alla fotografia voluto da Intesa Sanpaolo

video Sarà Palazzo Turinetti, a Torino, storico edificio e sede legale del Gruppo Intesa Sanpaolo, ad ospitare il nuovo Museo delle Gallerie d'Italia, il quarto, dopo Milano, Napoli e Vicenza. Il progetto e' stato presentato, oggi, nel corso di un incontro dal presidente Gian Maria Gros-Pietro, dal Ceo Carlo Messina e dal presidente emerito Giovanni Bazoli, alla presenza della sindaca Chiara Appendino e del presidente della regione Alberto Cirio. Il Museo sara' dedicato principalmente alla fotografia ed esporra' una selezione di opere provenienti dalle collezioni della Banca, tra cui l'Archivio Publifoto, costituito da circa 7 milioni di scatti fotografici realizzati dall'inizio degli anni Trenta agli anni Novanta ed acquisito di recente dalla Banca.