Draghi: "Io disponibile a un secondo mandato a Palazzo Chigi? No"

video Con un "no" secco il premier Mario Draghi ha risposto alla domanda se fosse disponibile a un secondo mandato. "Mi auguro che il prossimo Governo abbia un ministro bravo come Daniele Franco", ha aggiunto durante la conferenza stampa seguita al consiglio dei ministri. "Siamo riusciti a sostenere l'economia italiana riducendo l'indebitamento come penso non fosse mai avvenuto dalla guerra a oggi. Da tutti i punti di vista è stata una manovra economica che ha messo le basi per una crescita. Una gestione esemplare".Video di Luca PellegriniVideo YouTube Palazzo Chigi

Fondi russi, Draghi: "La democrazia italiana è forte, non si fa battere da pupazzi prezzolati"

video "La democrazia italiana è forte, non si fa battere dai nemici esterni, dai loro pupazzi prezzolati". Queste le parole del presidente del Consiglio Mario Draghi parlando dei possibili finanziamenti russi ai partiti italiani, smentiti dal Governo americano. "Dobbiamo essere fiduciosi nella nostra democrazia, non bisogna avere timore di qualunque voce", ha aggiunto. L'ARTICOLO Elezioni politiche 2022, Draghi: "Non sono disponibile a un secondo mandato a Chigi. Da Russia opera sistematica di corruzione"A cura di Luca PellegriniVideo Palazzo Chigi

Tutta un'altra SMA: chi sarà il vip testimonial dello spot?

video Al via oggi la nuova campagna di Famiglie SMA per sostenere lo screening neonatale e la vita indipendente di chi ha l'atrofia muscolare spinale, una patologia genetica rara che ogni anno colpisce in Italia circa 40-50 bambini. Fino al 9 ottobre sarà possibile donare al numero solidale 45585. Ecco il nuovo spot della campagna "Tutta un'altra SMA": dopo Checco Zalone, Vittorio Brumotti, Saverio Raimondo e Michela Giraud, su chi si accendono questa volta i riflettori?Video Agenzia Cookies & Partners per Famiglie SMA

La vendemmia nella Reggia di Caserta: la rinascita della vigna del re

video Ridar vita ad una vigna secolare, in un angolo incantato della grande proprietà della Reggia di Caserta, mettendo a frutto un terreno abbandonato da secoli, un 'unicum' tale da trasformarsi in un'oasi affidata alla protezione del WWF. È la scommessa riuscita della famiglia Fontana, quella di far rinascere l'antica vigna Borbonica, come racconta a Il Gusto la giovane Maria Pina mentre - sfidando una pioggia leggera - ci accompagna in un giro attraverso i filari tornati protagonisti di una vendemmia felice. Un impegno encomiabile, soprattutto se teniamo conto che degli originari sette ettari impiantati dai Borbone ne sopravvive poco più di uno: la produzione è quindi limitata a mille preziose bottiglie. Mille bottiglie regali. Di Guido Barendson Riprese Paolo Popoli

Alberi monumentali, il V itinerario è la "Pedalata carsica"

video Si conclude con il quinto itinerario la carrellata di percorsi proposti da Trieste Solidale fra storia e natura: il percorso prevede di andare a Trieste a Muggia con il Delfino Verde, poi di raggoingere San Dorligo della Valle passando per Aquilinia e Crogole, dove ammirare il tiglio selvatico. Da qui raggiungere Gropada lungo il sentiero Ressel dove soffermarsi davanti al cerro, passando per Basovizza a salutare l'altro albero monumentale, l'ippocastano. L'articolo con la mappa

Ambiente, mascherine e guanti diventano asfalto: "Riciclando la plastica le strade durano più a lungo"

video Si chiama S.U.P.R.A., acronimo di "Single Use Ppe Reinforced Asphalt", ma dietro al nome complicato si cela in realtà un'idea molto semplice: riciclare le mascherine e i guanti in plastica o lattice e utilizzare i materiali ricavati per rinforzare l'asfalto utilizzato per coprire le nostre strade. E' il progetto portato avanti da tre università italiane, quella della Tuscia a Viterbo, l'Università di Bergamo e l'E-Campus, per dare una seconda vita alla plastica dei dispositivi medici che abbiamo imparato a conoscere bene durante la pandemia da Covid-19. "Al momento mascherine e guanti finiscono nei rifiuti indifferenziati e vengono smaltiti in discarica o nei termovalorizzatori. Con la nostra ricetta possono essere inserite nel circuito industriale delle pavimentazioni stradali", spiega Marco Marconi, il ricercatore dell'UniTuscia che ha seguito e realizzato il progetto, finanziato da un bando del Ministero per la Transizione Ecologica. "Le prove tecniche sull'asfalto che abbiamo realizzato ci dicono che la qualità è migliore rispetto a quello tradizionale - aggiunge Marconi -. Questo si traduce in una vita più lunga dell'asfalto stradale, un minore utilizzo di materie prime e un risparmio economico per le pubbliche amministrazioni". di Francesco Giovannetti

Alluvione nelle Marche, Draghi: "Stanziati già 5 milioni per i primi interventi"

video "Vorrei esprimere la vicinanza mia e di tutti noi ai familiari delle vittime. Al momento sono 10 I morti ma la situazione è in evoluzione. Alla fine della conferenza stampa andrò nelle Marche. Il cdm ha deliberato lo Stato d'emergenza con 5 milioni per i primi aiuti". Così il presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri. "Il governo farà tutto ciò che è necessario. Ringrazio la protezione civile e le autorità locali e i sindaci delle zone colpite che sono i protagonisti in prima persona della presenza dello Stato", ha aggiunto. L'ARTICOLO Maltempo nelle Marche: almeno 9 morti e quattro dispersi, ci sono anche due bambinidi Luca PellegriniVideo da Youtube - Palazzo Chigi

Renzi a Trieste parla della crisi energetica: «No alla cultura del No agli impianti in Italia».

video «No alla cultura dei No sull'energia. I verdi tedeschi stanno aprendo al nucleare di nuova generazione, i verdi qui in Italia invece continuano con la linea del no su tutto».Così Matteo Renzi, leader di Italia Viva, intrattenendosi con i giornalisti al suo arrivo al caffè San Marco a Trieste, rispondendo a una domanda sulla crisi energetica. Video di Andrea Lasorte. Le principali dichiarazioniLasorte

Curcio: "Nubifragio Marche evento molto peggiore del previsto"

video "I bollettini sono pubblicati, c'è un tema di allertamento. È abbastanza evidente che l'evento, per come si è manifestato, è stato molto molto peggiore di quello che era stato previsto", questo è evidente ed influisce su catena di allertamento. Così il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio ha risposto a chi gli chiedeva se era stata data un'allerta meteo. "Ora dobbiamo concentrarci sulle cose da fare adesso - ha aggiunto - Il tema dell'allertamento sarà da approfondire ma è un dato di fatto che l'evento è stato molto maggiore di quello che era stato inizialmente previsto".  video Ansa