Giustizia, Nino Di Matteo contro la riforma Cartabia: "Pericolosa, mette il bavaglio ai magistrati"

video “Oggi, con la vigenza della legge Cartabia, le esternazioni di Falcone e Borsellino sarebbero sottoposte a provvedimento disciplinare. Con questa riforma, tutti potranno intervenire nel dibattito pubblico, tranne chi conosce in maniera approfondita i fatti processuali”. Con queste parole il consigliere togato del Consiglio Superiore della Magistratura, Nino Di Matteo, durante la presentazione del libro di Vittorio Manes 'Giustizia mediatica’ tenutasi a Milano all’interno di Palazzo di Giustizia, si è soffermato sulla riforma del ministro della Giustizia definita “retrograda e pericolosa”. “Sono convinto che la tutela della presunzione di innocenza sia sacra, ma non si attua mettendo il bavaglio ai magistrati” ha concluso il magistrato Di Matteo. Di Edoardo Bianchi

Elezioni, Di Matteo: "Nell'attuale campagna elettorale sento poco parlare della lotta alla mafia"

video “In Italia il problema del contrasto al sistema mafioso non è mai stato ai primi posti delle agende dei governi che si sono succeduti. La lotta alla mafia non è ancora una priorità della nostra politica e anche nell’attuale campagna elettorale sento poco parlare delle strategie politiche per contrastarla”. Con queste parole il consigliere togato del Consiglio Superiore della Magistratura, Nino Di Matteo, a margine di un evento tenutosi all’interno di Palazzo di Giustizia a Milano, si è soffermato sull’operato del governo Draghi e sulle aspettative del prossimo governo entrante in merito al tema della lotta alla mafia. Infine sull’affossamento in Senato della legge sull’ergastolo ostativo che prevedeva di non permettere concessioni e benefici penitenziari a mafiosi e terroristi, Di Matteo ha aggiunto: “La mancata approvazione di questa legge rischia di creare una situazione di libertà per soggetti condannati per strage. È paradossale il fatto che grazie all’inerzia della politica si possa realizzare un intento degli stragisti che hanno insanguinato le strade del nostro Paese”. Di Edoardo Bianchi

Senza Titolo

A Ronchi festeggiano i cinquant'anni di matrimonio Gabriella Cuoco e Lorenzo Visintin. "Tanti auguri a noi arrivati" la dedica che si concedono i coniugi attorniati dall'affetto di parenti e amici.

Senza Titolo

Confermato per oggi lo sciopero nazionale di 8 ore, dalle 9 alle 17, di macchinisti e capitreno di Trenitalia, Italo, Trenord, Trenitalia, Tper e Sncf. La protesta è stata proclamata unitariamente da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Fast Confsal e Orsa per «l'escalation di aggressi

Senza Titolo

Gianpaolo SartiTrieste come Venezia. L'alta marea e cinque di ore di temporale ininterrotto ieri hanno sommerso il centro cittadino e pure alcune zone più periferiche. Non succedeva da anni. Non a questi livelli almeno. Un mese fa le cronache riferivano del flagello degli incendi in Carso. Ora è la

Senza Titolo

il calendarioIl santoPietro Claver (sacerdote)Il giorno è il 252°, ne restano 113Il solesorge alle 6.34 tramonta alle 19.31La luna sorge alle 19.31 cala alle 4.51Il proverbio Se piove per San Gorgonio (9 settembre),tutto l'ottobre è un demonio

Il Tulip Duo a "Nei Suoni dei Luoghi"

Per il festival internazionale di musica e territori Nei Suoni dei Luoghi, oggi a Mariano del Friuli, concerto del Tulip Duo, formato dalla violinista e violista Eleonora De Poi e dal pianista Massimiliano Turchi, che per l'occasione presenteranno un programma con musiche di Schumann e i ritmi andal

Sorbi, il reporter italiano ferito nella battaglia

Francesco Semprini / KharkivL'esplosione di una mina che ha investito l'auto su cui viaggiava per raccontare dalla prima linea la controffensiva dell'esercito di Kiev nel sud dell'Ucraina: così è rimasto ferito al fronte di Kherson il giornalista freelance italiano Mattia Sorbi, mentre il suo autist