Lo scudo di cartone per difendersi dai droni

video Un drone ucraino riprende un reparto corazzato russo schierato in un villaggio, probabilmente nel sud del Paese invaso. I soldati hanno piazzato i tank e i blindati tra le case di campagna, cercando di nasconderli sotto le tettoie o nei giardini. Alcuni dei mezzi sono stati mimetizzati con cura, coprendoli con cartoni, casse e spazzatura: una squadra sta mettendo lastre di lamiera sopra un autoblindo. Ci sono fanti che fanno irruzione in una villa: forse sono reclute poco esperte che si addestrano in vista delle missioni future. Altri invece si riposano, sdraiati al sole su una panca. Siamo lontani dalla prima linea, non si sentono minacciati. All’improvviso la loro routine viene interrotta dall’esplosione dei missili. Il velivolo teleguidato, probabilmente un Bayraktar B2 di produzione turca, si sposta sugli obiettivi e li distrugge uno dopo l’altro: sul terreno restano tante carcasse incendiate, con le torrette divelte.di Gianluca Di Feovideo Twitter

Dai corsi di italiano ai giochi per i piccoli, la nuova vita dei profughi ucraini: "Fateci restare"

video Quattrocentouno sono i profughi ospitati al Mercure West di Spinaceto, nella periferia della Capitale, di cui circa centocinquanta minori. Il IX Municipio è uno di quelli che, attualmente, ospita più profughi in fuga dalla guerra in Ucraina in tutta Roma. Impegno non indifferente per la macchina organizzativa del territorio, che per fronteggiare l'emergenza ha creato un coordinamento, chiamato "In-Nove", racconta l'assessore alle Politiche Sociali all'Eur Luisa Laurelli, "che riunisce molte realtà associative del territorio, Sant'Egidio, il gruppo Camelot Him di Protezione Civile, che si occupa di gestire l'accoglienza e le missioni umanitarie verso i Paesi di confine con l'Ucraina, Save The Children. Il centro sportivo Tellene, a Tor de' Cenci, inoltre, si è reso disponibile ad aprire le porte gratuitamente per far fare attività ai piccoli profughi ancora non sono stati inseriti nel sistema scolastico, mentre le madri possono partecipare a corsi di prima alfabetizzazione di italiano in hotel. La convenzione tra l'albergo e Roma Capitale resterà tuttavia in vigore solo fino al 15 aprile, per questo gli ospiti ucraini chiedono alle istituzioni di poter restare più a lungo in "questa situazione di inclusione e integrazione".di Camilla Romana BrunoSEGUI GLI AGGIORNAMENTI DALL'UCRAINAISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA