Il robot che all’ingresso di Palazzo Ducale saluta anche i lettori di Repubblica

video Costantino e Costantina sono capaci di conversare, reagire alle emozioni, riconoscere le voci: forniscono informazioni sulle mostre ma sanno anche ballare e cantare. Da oggi, i visitatori di Palazzo Ducale a Genova saranno accolti – anche – da loro: due robot umanoidi Pepper. Un’iniziativa promossa da Costa Crociere Foundation, che ha donato i due robot a Fondazione Palazzo Ducale e ha visto il contributo di Madlab 2.0, Scuola di Robotica e Comune di Genova. “Una sfida per abbracciare un pubblico sempre più ampio”, spiega Serena Bertolucci, direttrice di Palazzo Ducale.di Erica Manna

La lite tra un cane-robot e un bassotto è il simbolo del futuro che ci attende

video Si inseguono e si puntano, come farebbero due cani qualsiasi. Solo uno dei due abbia. Da una parte c'è un bassotto in carne e ossa, dall'altro un cane-robot, di quelli simili al popolare prototipo sviluppato dalla Boston Dynamics, chiamato Spot, fatto di circuiti, bulloni e videocamere. Questa scena, che si potrebbe definire semplicemente bizzarra, uno di quei video curiosi che si inoltrano agli amici su WhatsApp, in realtà simboleggia un futuro ormai alle porte in cui questi quadrupedi robot faranno parte della nostra vita. Inizialmente, come ripetono le aziende che li stanno sviluppando, i cani-robot saranno utilizzati solo in alcuni ambiti, come le operazioni di salvataggio in ambienti rischiosi per gli esseri umani. Qualcuno, ultimamente, ha sconvolto l'opinione pubblica dotando questi quadrupedi meccanici di armi da fuoco. Ma è lecito pensare che quando il loro costo scenderà e potranno contare sempre di più sull'intelligenza artificiale, non sarà raro vedere un cane-robot che accompagnerà in strada una persona. Questo video, diffuso da Reuters, risale in realtà a giugno scorso ed è stato girato a San Pietroburgo, nelle vicinanze della sede in cui si stava svolgendo l'International Economic Forum. Il livello di interazione e le movenze del robot sono impressionanti.Video Reuters

Feste di Natale, come comportarsi se il cuore è fragile

video Covid permettendo, durante le feste di Natale ci si ritrova con la famiglia, si pranza e cena insieme, si incontrano gli altri. Per chi è a rischio cuore, lo stress, gli sbalzi di temperatura tra ambienti interni ed esterni, le abbuffate possono essere controproducenti per l’apparato cardiovascolare. Pasquale Perrone Filardi, presidente della società italiana di cardiologia, ci spiega come comportarci a tavola, ricordando che se si esagera in un pasto si può saltare quello successivo e segnalando che per una volta è possibile 'lasciarsi andare' con i piatti della tradizione. Per il dopo, è importante l’attività fisica (fuori dai tempi dei processi digestivi) tarata sulle condizioni di ogni persona. Ultima raccomandazione: godete le vacanze ma non tralasciate le terapie. Chi combatte colesterolo, pressione, diabete ed altri fattori nocivi per cuore ed arterie deve continuare ad assumere le cure prescritteIntervista di Federico MeretaRiprese di Leonardo Meuti