Il direttore di Repubblica Molinari premiato a Trieste

video TRIESTE Una storia «spartiacque», dice Maurizio Molinari, direttore de La Repubblica, sui fatti dell’Afghanistan, «una grande affermazione» dei talebani e l’anticamera di una fase delicatissima per l’Occidente, ma, stavolta, anche per Russia e Cina. Molinari ha ricevuto il 2 settembre a Trieste il Premio Crédit agricole FriulAdria Testimoni della Storia, promosso dal Premio Giornalistico internazionale Marco Luchetta e da Link Festival. In un dialogo con il direttore de Il Piccolo Omar Monestier, Molinari parla anche della pandemia e di come questa epocale emergenza ha trasformato il giornalismo. Ecco cosa ci racconta al microfono di Micol Brusaferro. L'ARTICOLO

Link 2021: ecco il festival di giornalismo che invita alla riflessione collettiva

video TRIESTE Un’ottantina di voci per raccontare, all’insegna del buon giornalismo, i grandi temi dell’attualità, dalle nuove dinamiche nate in periodo Covid alla ripresa post pandemica in chiave sostenibile, dalla restaurazione dell’emirato islamico in Afghanistan agli straordinari successi dello sport italiano che hanno restituito orgoglio a un Paese stremato. Sono tanti e quantomai vari gli argomenti sul piatto a Link, festival del giornalismo e dei nuovi media in programma da giovedì 2 a domenica 5 settembre nella Fincantieri Newsroom di Piazza Unità. Ce ne parla l'anima del Festival, Giovanni Marzini, al microfono di Micol Brusaferro.

Cuneo, il segretario dei Radicali denunciato per la pianta di cannabis coltivata "contro il proibizionismo"

video Il segretario cuneese dei Radicali Italiani, Filippo Blengino, 21 anni, è stato denunciato dalla polizia per istigazione all'uso di droga, dopo la pubblicazione di un video sui social dove annunciava un corso di autocoltivazione di cannabis per metà settembre a Cuneo. La polizia oggi pomeriggio si è presentata alla sua abitazione e ha anche sequestrato una piantina di marijuana di 60 centimetri di altezza "coltivata illegalmente e pubblicamente come atto di disobbedienza civile", come precisa lo stesso Blengino nel video circolato sui social. "Mi sono scusato - spiega Blengino - con gli agenti di polizia per il tempo sottratto al loro lavoro. Le leggi sulle droghe intasano i tribunali e il mio obiettivo era denunciare, con un gesto di disobbedienza civile, l'insensatezza di una legge proibizionista che crea solo danni"LEGGI l'articoloVideo da Facebook/Filippo Blengino

Bolivia, panico tra i calciatori: uno sciame di api invade il campo durante la partita

video Attimi di paura a Santa Cruz, durante il match Atletico Warnes e Pailon. Uno sciame di api ha invaso il campo dello stadio Edgar Pena Gutierrez travolgendo i calciatori.Secondo i media locali, alcuni giocatori hanno avuto bisogno di cure dopo essere stati punti, per fortuna non si registrano feriti gravi.La partita è stata sospesa per due ore e lo sciame di api è stato allontanto dal campo usando del fumo.Reuters