Juventus, Zeman: "Situazione che fa male al calcio, ma il problema non è solo dei bianconeri"

video "La situazione mi fa male ma non per la Juventus, mi fa male per il sistema calcio". Zdenek Zeman commenta così i recenti sviluppi dell'inchiesta sugli stipendi e le plusvalenze della Juventus che hanno portato alla richiesta di rinvio a giudizio di Andrea Agnelli e altri 11 dirigenti. "La procura di Torino è stata più sveglia delle altre", ha aggiunto il tecnico, a margine della presentazione della sua biografia 'La Bellezza non ha prezzo'. "Non credo che sia solo la Juventus ad avere problemi nel calcio, ma servono altre procure che agiscano in un certo modo".Di Luca Pellegrini

Metropolis/226 Live - "Sterzo Polo". Può cambiare la maggioranza di Meloni? Ospiti: Cattaneo, Recalcati e Renzi. Con Di Feo, Molinari e Santerini (integrale)

video Come ogni giovedì Metropolis si fa in due. Nella prima parte, dalle 18, in studio Gerardo Greco e Maurizio Molinari incontrano il senatore Matteo Renzi, leader di Iv ed ex segretario Pd che presenta il suo "Mostro" (Piemme-versione aggiornata), Martina Carone (sondaggista YouTrend) e Alessandro Cattaneo, capogruppo alla Camera di Forza Italia. Sul tavolo ci sono la manovra e i tagli alla mappatura delle fragilità del territorio, l'incontro tra Meloni e Calenda, la rivolta dei sindaci leghisti del sud davanti alla Legge sulle Autonomie, Nordio e l'abolizione del reato di abuso d'ufficio. Ma anche l'opposizione spaccata in tre e il futuro del Pd e della sinistra. Con un servizio da Montecitorio di Giulio Ucciero e i sentieri di guerra in video di Gianluca Di Feo. Nella seconda parte della serata, in Metropolis Extra Giulia Santerini ospita lo psicoanalista Massimo Recalcati. Il nuovo saggio "La luce delle stelle morte" (Feltrinelli) diventa l'occasione per (ri)scoprire le innumerevoli perdite della nostra vita (la scomparsa di persone care ma anche le separazioni da amori, amici, luoghi, progetti, ideali), imparare il lavoro del lutto e trovare la strada per trasformare a nostalgia in una risorsa. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/225 - Renzi contro (quasi) tutti: "Pd bella addormentata, perché segue Giuseppe condono Conte?"

video Matteo Renzi, senatore e leader Iv ex segretario dem, incalzato dal direttore di Repubblica Maurizio Molinari a Metropolis attacca la linea del Pd che secondo lui insegue i 5 Stelle senza una strategia. E attacca la non linea di Conte, che "prende le forme" delle persone che incontra. Faccia a faccia sopresa poi con il forzista Cattaneo, che non ha digerito la visita di Calenda a Palazzo Chigi per dare consigli non richiesti sulla manovra: "L'ha fatta fuori dal vaso!", si fa scappare il senatore azzurro. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/225 - Giustizia, Renzi: "Nordio meglio di Orlando come ministro, ma non mi fido di questo governo"

video Matteo Renzi, leader di Italia Viva, elogia a Metropolis il Ministro della Giustizia del Governo Meloni: "Tra Nordio e il ministro del mio esecutivo, che all'epoca era Orlando, preferisco il primo, è la verità. Nordio e Crosetto sono ministri seri, Tajani è meglio di Di Maio ma preferivo Gentiloni. Le riforme sulla giustizia? Non mi fido di questa destra". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/225 - Ucraina, Di Feo: "Perché i missili italiani Aspide saranno fondamentali per Kiev"

video Gianluca Di Feo, vicedirettore di Repubblica, commenta a Metropolis la decisione italiana di fornire i missili terra-aria "Aspide" per difendere le città ucraine: "Nonostante il sistema missilistico sia vecchio e non più utilizzato dalle nostre forze armate è considerato molto preciso e determinante per gli ucraini alle prese con la carenza di missili contraerei". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla NewsletterSegui i Sentieri Di Guerra di Gianluca Di Feo

Calci e pugni al ragazzo fragile, poi postano il video: la violenza inaudita che indigna Vigevano

video Ha indignato Vigevano (Pavia) il video di un pestaggio ai danni di un ragazzo con problemi psichici, che tutti conoscono in città perché è sempre in giro con la sua bicicletta. Due dei tre aggressori l'hanno preso a schiaffi e calci, mentre il terzo riprendeva la scena con il telefonino, per poi pubblicare il filmato sui social. L'episodio è avvenuto nella serata di venerdì scorso in pieno centro, in corso Vittorio Emanuele, a pochi passi dal municipio. Il video, di circa 2 minuti, è arrivato anche agli agenti del commissariato cittadino, che proprio analizzando le immagini hanno identificato i responsabili, di nazionalità romena, e dopo aver raccolto la querela della vittima li hanno denunciati per violenza privata e lesioni aggravate.Video Twitter - F C.( Rete Italiana Antifascista)

Sulla rampa del razzo Ariane 6. Bernardini: "Ecco i lanciatori del futuro, anche per equipaggi"

video Per la prima volta il nuovo razzo spaziale europeo, l'Ariane 6, è completo in rampa di lancio allo spazioporto di Kourou, nella Guyana francese. È il modello, funzionante, per gli ultimi test combinati anche se non sarà questo a decollare. Il primo volo di Ariane 6 è previsto per l'autunno 2023. Morena Bernardini, direttore strategia e innovazione del colosso spaziale francese Arianegroup, racconta di cosa sarà capace il nuovo lanciatore, per il mercato delle costellazioni in particolare. "Ariane 6 ha venduto già 29 Ariane 6, che non è stato ancora lanciato ma dimostra già un grande successo sul mercato". E parla del futuro: "Costruire una famiglia di lanciatori riutilizzabili e Susie, una navetta, la prima per l'Europa, che potrà portare astronauti nello spazio, lanciarli e farli atterrare qui allo spazioporto europeo". Susie sarà compatibile con Ariane 6, quindi se il programma proseguirà, l'Europa non dovrà aspettare di progettare nuovi lanciatori per far volare i propri astronauti.Di Matteo Marini

I ragazzi italiani innamorati della robotica: "Le macchine non ci ruberanno il futuro"

video I nuovi talenti della robotica italiana si riuniscono sotto lo stesso tetto, o meglio, sotto lo stesso padiglione: quello di Lingotto fiere a Torino in occasione del "Campionato dei mestieri WorldSkillsPiemonte 2022", manifestazione di cui è sponsor ufficale Fanuc, l'azienda italiana che produve a livello globale con sistemi Cnc, robot, macchine utensili e presse. Passione, esuberanza, creatività e tanta voglia di mettersi alla prova, con l'obiettivo comune di dimostrare le proprie capacità nel campo robotico e di programmazione di software. Le giovani leve (alcune di loro non ancora maggiorenni) si sono sfidate in una gara degna dei più grandi ingegneri e ottenere il pass per la competizione europea di Sistemi robotici integrati. E' stata l'occasione per fare il punto sul futuro di questo settore in continuo sviluppo che vede l'Italia come una delle eccellenze mondiali.di Davide Cavalleridi Davide Cavalleri

Metropolis/225 - Armi all'Ucraina, opposizione spaccata e caso Terzo polo: "Calenda è già maggioranza"

video Approvata la mozione del centrodestra alla Camera: il governo si impegna a mandare armamenti a Kiev. Divisa, ancora, l'opposizione. Per Patuanelli "la parità di armamento porta alla terza guerra mondiale". Il leghista Romeo spera "nel Vaticano" e ai mondiali tifa "il Brasile". Intanto, il dem Borghi fa gli auguri (ironici) a Renzi e al suo Terzo polo. Il servizio di Giulio UccieroMontaggio di Cinzia Comandè Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Mondiali in Qatar, una Venezia di plastica costruita nel cuore di Doha

video C’è una piccola Venezia, in Qatar. La passione per l'Italia del paese arabo che ospita il Mondiale è assoluta. Oltre a rilevare importanti marchi, come Valentino, ha riprodotto a Doha piccoli pezzi del nostro Paese in miniatura. A La Perla, un’isola artificiale di appartamenti, locali e hotel di lusso, c’è un quartiere che riproduce fedelmente Venezia, con tanto di copia del ponte di Rialto, anche se in scala ridotta. Si può girare per le strade, i ponticelli, e sentirsi nella Serenissima. Un clima riproposto anche in un centro commerciale, il Villaggio Mall, dove si può entrare passando per la riproduzione di San Siro e poi all’interno trovarsi nel Gondolania Theme Park, tra finte case, un cielo dipinto e finti canali: ma con acqua vera e gondole, seppure elettriche. A Katara invece, luogo che ripropone l’antico nome del Qatar, c’è un anfiteatro ispirato dichiaratamente al Colosseo. I suoi archi sono arabeggianti e terrazzati, la forma però è inequivocabile. Insomma, l’unica Italia che manca, a Doha, è quella di Roberto Mancini. Dal nostro inviato Matteo PinciMatteo Pinci