Metropolis/222 - "Condoni di Natale". Ingiustizie fiscali, migranti, violenze sulle donne: che fare? Ospiti Fratoianni, Mulè e Tinagli. Con Cordaro, Murgia e Giannini

video Manovra Meloni sotto esame, tra condoni voucher e flat tax. Aut aut di Parigi a Bruxelles: no ai ricollocamenti se l'Italia chiude i porti. E il ministro dell'Interno Piantedosi non presenta un piano migranti dell'Italia. L'Ue intanto dice no a una nuova proposta del price cap sul gas. Caso Soumahoro, è polemica: l'ex senatrice Fattori (Si) denuncia, "ero contraria alla sua candidatura, avevo segnalato tutto alla segreteria di Sinistra Italiana". L'addio a Maroni con le esequie di Stato a Varese: era un altro modo di fare politica? Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: come e quando finiremo di registrare 25mila vittime all'anno? Oggi sono stati con noi, in ordine di scaletta, Giorgio Mulè (FI), vicepresidente della Camera; Irene Tinagli, presidente della Commisione Finanze del Parlamento europeo e Nicola Fratoianni (Si). Poi la testimonianza di Giulia Cordaro, Miss Piemonte finalista a Miss Italia, che ha denunciato si essere stata vittima di violenza sui suoi social. Con i sentieri di guerra in video di Gianluca Di Feo. In studio con Gerardo Greco: il direttore della Stampa Massimo Giannini e la scrittrice Michela Murgia. In chiusura, l'anticipazione di Robinson, con Dario Olivero e il comico Saverio Raimondo. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/222 - Soumahoro, Fratoianni (Si): "Nessun rimpianto, candidarlo non è stato un talent"

video "Comunque si concluda questa vicenda, il danno è fatto". Nicola Fratoianni, leader di Sinistra italiana a Metropolis ritorna sul caso di Aboubakar Soumahoro nel giorno in cui persone del suo partito lo accusano di averlo avvisato già quest'estate sulle ombre attorno al neodeputato: "Che nel foggiano ci fossero punti di vista diversi su Soumahoro era fatto noto, ma era una figura di riferimento". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Russia, Putin incontra le madri dei soldati: "Condividiamo il dolore per la perdita dei vostri figli"

video "Per voi che avete i figli nella zona dell'operazione speciale, la festa della mamma è associata con un sentimento di ansia e preoccupazione". Lo ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, incontrando un gruppo di mamme di militari morti in Ucraina e che il capo del Cremlino ha definito "eroi". L'incontro è stato organizzato alla vigilia della festa della mamma, che in Russia si celebra domani. "Voglio sappiate che condivido questo dolore con voi e, ovviamente, faremo di tutto affinchè non vi sentiate dimenticate, faremo tutto il possibile perchè sentiate una spalla accanto a voi", ha promesso il capo dello Stato. L'ARTICOLO Russia, Putin incontra le madri dei soldati: "I vostri figli sono eroici, non credete alle menzogne di tv e internet"Video Reuters

Metropolis/222 - Violenza sulle donne, Murgia: "Non chiedete più alle vittime come erano vestite"

video "C'è una resistenza culturale da cambiare". Con queste parole Michela Murgia, scrittrice e autrice del libro "God Save the Queer", commenta a Metropolis le difficoltà delle donne vittime di violenza nella giornata a loro dedicata: "Questo è l'unico reato in cui la vittima viene considerata come una corresponsabile. Bisogna avere qualcouno che ti ascolta ma non bisogna mai chiedere alla vittima cose tipo 'come eri vestita?'. Il primo processo spesso avviene proprio davanti alle persone che dovrebbero aiutare le donne". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/222 - Manovra, Giannini: "A chi strizza l'occhio il governo tra mezzi condoni e mancate multe"

video E' analitica e severissima la lista di capi d'accusa che il direttore della Stampa Massimo Giannini a Metropolis muove contro la manovra appena licenziata dal governo. "Prevede la rottamazione delle cartelle pre-2015, dunque pre crisi Covid. Qual era l'urgenza?". Seguono le sanzioni ridotte per pagamenti sotto ai 1000 euro e azzeramento dell'agio ("non un condono ma qualcosa di molto conveniente"). Il condono vero per le criptovalute. Nessuna sanzione per chi non dà la possibilità del pos sotto i 30 euro, l'innalzamento del tetto al contante. A chi parla la maggiornaza se non a un elettorato non proprio in linea con il contribuente modello?

Siamo stati in un magazzino Amazon nel giorno del Black Friday. Ecco cosa succede

video I giorni attorno al Black Friday e quelli nelle vicinanze di Natale rappresentano per Amazon non solo una fonte di guadagno ma anche uno stress test per i suoi centri di distribuzione sparsi per il mondo. Siamo stati in quello di Cividate al Piano, in provincia di Bergamo, per provare a raccontare il giorno del Black Friday visto dall'interno di un hub del colosso della distribuzione. Al secondo piano, un manager di alto livello sta compiendo operazioni di picking come qualsiasi altro dipendente. Aspetta che una scaffalatura robotizzata arrivi alla sua postazione, ritira l'articolo, lo scansiona e lo inserisce in un box nero pronto per finire in spedizione. "Si tratta di una consolidata tradizione del Black Friday quella di - dice Stefano Perego, vicepresidente operation per l'Europa e il Nord America - aiutare i dipendenti da parte dei quadri". Perego, mentre lavora, ci spiega che quest'anno i best seller del venerdì a basso costo sono "spazzolini, carta igienica e il gioco di calcio Fifa". "I più particolari sono i sex toys", rivela invece un'addetta alla formazione dei dipendenti, anch'essa coinvolta nel picking. Per il resto nello stabilimento regna la calma. Il rumore dei nastri trasportatori sovrasta tutto il resto ma fra i dipendenti non c'è frenesia: "Vero, c'è più da fare ma - racconta un'addetta all'impacchettamento - ci si mette anche più energia. Il Black Friday è speciale". Nel nostro viaggio a Cividate vi raccontiamo così come un pacco Amazon arriva al portone di casa partendo dal lavoro quotidiano di un migliaio di persone.Di Andrea Lattanzi

Metropolis/222 - Violenza sulle donne, la denuncia di Miss Piemonte: "Ti torna sempre in mente"

video Giulia Cordaro, 25enne torinese in finale a Miss Italia, ha affidato ai social il suo messaggio più delicato: "Ho subito una violenza sessuale". Oggi a Metropolis racconta cosa ha provato e come ne è uscita: "Bisogna denunciare, uscirne da soli non è facile" Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/222 - Ucraina, Di Feo: "Il peggior incubo di Putin? Incontrare le madri dei suoi soldati"

video Gianluca Di Feo, vicedirettore di Repubblica, analizza a Metropolis i precedenti travagliati tra il Presidente russo e i genitori dei suoi soldati: "È un appuntamento che Putin ha sempre cercato di evitare perché le madri dei soldati pesano nell'opinione pubblica e minacciano il suo sistema di potere. Infatti a nel 2000, quando era Presidente del Consiglio, Putin è scappato dall'incontro con le madri dei marinai affondati con il sottomarino K-141 Kursk". Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla NewsletterSegui i Sentieri Di Guerra di Gianluca Di Feo

Fine vita, è morto in Svizzera il signor Romano: l'annuncio della figlia Francesca

video È morto il signor Romano, che ieri era stato accompagnato in Svizzera da Marco Cappato per accedere al suicidio assistito. A darne la notizia è la figlia Francesca in un video messaggio dalla Svizzera. La figlia dell'uomo, in un video, spiega: "Sono venuta dalla California per essere con lui". "In California la scelta è legale - afferma - La sua scelta sarebbe stata di morire circondato dai suoi cari, abbiamo fatto un viaggio in Svizzera per avere questa possibilità". Il signor Romano, 82 anni, di origini toscane e residente a Peschiera Borromeo, era affetto da Parkinson dal 2020 e non era tenuto in vita da trattamenti di sostegno vitale, pertanto escluso dalla possibilità di accedere al suicidio assistito in Italia poiché privo di uno dei requisiti della sentenza Cappato della Consulta.Video Associazione Luca Coscioni