Metropolis/162, Tinagli: "Governo con Meloni e Salvini spaccati su sanzioni sarebbe un problema in Ue"

video Irene Tinagli, vicesegretaria del Pd e presidente della Commissione Affari Economici a Bruxelles, parlando del dossier energia a Metropolis si dice "fiduciosa sulla possibilità che si arrivi al price cap a livello europeo". Ma molto preoccupata per il risultato delle prossime elezioni. "Ora - spiega - anche i Paesi più scettici hanno capito che con il price cup va bloccata l'arma in mano alla Russia che fa schizzare il prezzo del gas. Dobbiamo interrompere questa dinamica e andare avanti facendo capire che siamo uniti e compatti, ma se in Italia arriva un governo spaccato su questa posizione sarà un problema".

Metropolis/163 - "C'euro una volta..." Dal ricatto del gas al maschilismo elettorale. Ospiti: Auci, Bonino, Donzelli e Tinagli. Con Lopapa, Schianchi e Serra

video Borse europee in calo, volano gas e petrolio. Il Cremlino blocca Nord Stream 2 e annuncia: le forniture riprenderanno solo con lo stop alle sanzioni (Salvini è l'unico che le boccia e chiede uno scudo europeo). Dunque funzionano, ma possiamo reggere senza il gas russo? Quanto costa alla Russia questo taglio? E all'Italia? E a che punto sono a Bruxelles i lavori per il price cap? Meloni altissima nei sondaggi soprattutto al sud, mentre Letta e Provenzano fanno campagna in Sicilia. Lei accusa: le quote rosa del Pd sono concessioni. La replica delle donne dem. Oggi a Metropolis avremo, in ordine di scaletta, ospiti la la vicesegretaria del Pd Irene Tinagli, leader di +Europa e candidata al Senato Emma Bonino, il candidato alla Camera con FdI Giovanni Donzelli, il candidato alla Camera con la Lega Riccardo Molinari. Da Palermo Sara Scarafia. Dalla sede di Fdi Gabriele Rizzardi. Con il servizio da Cernobbio di Andrea Lattanzi. Con Stefania Auci e Michele Serra. In studio Carmelo Lopapa e Francesca Schianchi. Conduce Gerardo Greco Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica