#fateliscendere, a Bari il flash mob al Fortino per i migranti della Sea Watch

video Un minuto di silenzio, in cerchio mano nella mano, bandiere dell'Italia fatte sventolare sul mare e poi un lungo applauso. Davanti al fortino Sant'Antonio a Bari è andato in scena il flash mob unitario #fateliscendere organizzato da Cgil, Cisl e Uil per i 47 migranti della Sea Watch in arrivo nel porto di Catania per sbarcare le persone a bordo. All'iniziativa hanno partecipato circa 200 persone tra rappresentanti dei Comuni di Bari e Ruvo di Puglia e numerose associazioni cittadini, tra le quali Arci Bari, Anpi e La Giusta causa. "Bari può dare un grande esempio di civiltà, solidarietà e accoglienza a tutto il Paese - ha detto Gigia Bucci (Cgil Bari) - Stanno facendo scendere quelle persone dalla nave, ma non c'è ancora chiarezza su quali politiche di integrazione questo Stato vuole adottare"

Al cinema 'Il primo re', due fratelli e l'amore, il potere, il destino

video Una grande storia d'amore fraterno, di rapporto con il potere, con il divino, con il destino. Arriva al cinema con 01 Distribution 'Il primo re', Romolo e Remo secondo Mattia Rovere che dirige Alessandro Borghi e Alessio Lapice in un kolossal che racconta il legame, i contrasti e il sangue dal quale nacque il mito della fondazione di Roma e della nostra civiltà. • Repzine. Alessandro Borghi: "Fratellanza e condivisione, una storia che parla del presente"  01 Distribution

'Copperman', Luca Argentero al cinema è un supereroe romantico

video Un giovane uomo con una lieve forma di autismo, Anselmo, cuore di bambino e coraggio da leone, convinto di essere un supereroe con la missione di aiutare chiunque ne abbia bisogno, ovvero 'Copperman': questo il titolo del film di Eros Puglielli, al cinema dal 7 febbraio, protagonista Luca Argentero nel ruolo di un giovane "diverso" che della propria diversità fa un punto di forza, così come di quella stramba corazza in rame che lo difende dalle brutture del mondo. Nel cast Antonia Truppo, Galatea Ranzi, Tommaso Ragno. • Repzine. Luca Argentero: "Copperman insegna che le persone 'diverse' sono solo persone speciali"  Notorious Picture

Economia, Conte su contrazione Pil: "Riguardano il 2018. Noi fiduciosi per il 2019"

video "Non conosco le prossime previsioni Istat, ma invito a considerare che sono previsioni che riguardano il 2018. Siamo fiduciosi che nel corso del 2019 raggiungeremo i traguardi che ci siamo prefissi". Dopo l'allerta lanciato dall'Ufficio Parlamentare di Bilancio sulla contrazione del Pil, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ammettendo la non positività dei dati congiunturali, invita a "guardare al 2019" e a "lavorare al rilancio con entusiasmo e determinazione". Video di Andrea Lattanzi

Albisola, Bia, la femmina di cincillà adottata nella portineria

video Un cincillà stremato dalla fame e quasi in fin di vita, con ogni probabilità abbandonato, si rifugia all'interno di una portineria e si salva perchè viene adottato dal custode del condominio e dalla sua compagna. E' viva per miracolo Bia - così è stata chiamata la femmina di cincillà -  che dopo lunghe cure veterinarie si è ripresa e vive felice con la sua nuova famiglia ad Albisola (Sv). "Il cincillà non è un animale che scappa da casa come può accadere nel caso di un gatto - spiega la dottoressa Rossella Bellini, veterinaria per animali esotici. Vorrei ricordare che anche  il maltrattamento e l'abbandono degli animali cosiddetti 'esotici' è perseguibile penalmente come avviene con cani e gatti". (videoservizio di Alessandra Carbonini)

Milano, insulti e sberle sul bus alla mamma velata con il passeggino

video Un’anziana signora che si accanisce contro una mamma velata con un passeggino e due bambini piccoli. “Vai giù, non farmi girare i co...”. Sono le immagini di un video diventato virale girato su un autobus milanese martedì pomeriggio, sulla linea 50 in zona Lorenteggio, confermano dall’Atm. Una discussione nata forse per questioni di spazio che si è trasformata in una lite furibonda e violenta. “Scendi immediatamente o ti do una sberla che vedi”, intima la donna alla mamma straniera, prima di afferrare il passeggino e di provare a trascinarlo a terra, fuori dall’autobus. La mamma a quel punto le urla: “Chiudo il passeggino”, ma l’anziana, insultandola nuovamente, le molla uno schiaffo sul braccio di TIZIANA DE GIORGIO  video Facebook

"Spostati per punizione". La protesta dei lavoratori all'Italpizza

video Il clima a San Donino, frazione di Modena dove sorge lo stabilimento di Italpizza, è molto teso: da alcuni giorni i lavoratori sono in sciopero e chiedono il reintegro dei delegati sindacali licenziati. Sono oltre 650 i lavoratori e quasi tutti stranieri di Italpizza, il gigante dei surgelati che solo nel 2017 ha fatturato 120 milioni di euro. "Abbiamo un contratto di pulizie multiservizi, mentre dovremmo avere un contratto alimentare", spiegano. "Ci occupiamo di stendere e guarnire le pizze prima che vengano cotte nei forni". Un lavoro fatto di turni pesantissimi, fino a 12 ore consecutive per una paga che oscilla dagli 800 ai 1.200 euro mensili. Gli orari e i turni di lavoro del giorno successivo vengono comunicati ai lavoratori con un sms solo al tardo pomeriggio. Dopo il primo sciopero, alcuni dipendenti iscritti al sindacato sono rientrati al lavoro, ma sono stati impiegati in mansioni diverse e degradanti. "Da quando mi sono iscritta al sindacato - dice una lavoratrice - mi hanno dapprima sospesa e poi, una volta reintegrata mi hanno messo a pulire i bagni, e mandata con altre colleghe a pulire i vetri. Se non è una punizione questa, cos'è?". di Valerio Lo Muzio